Il nubifragio di Licata, Pullara: "Si chieda lo stato di calamità"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

"Si chieda con estrema urgenza lo stato di calamità per gli esercenti, gli agricoltori e tutti coloro che hanno subito ingenti e gravissimi danni a seguito della bomba d'acqua di ieri che ha colpito buona parte della provincia Agrigentina e in particolare Licata. Si allertino Stato e istituzioni sulla gravità della condizione in cui versano i cittadini senza indugi e con fermezza. Si faccia luce sulle inefficienze strutturali che hanno aggravato la situazione: cosa non ha funzionato ancora una volta in piazza Gondar dopo i lavori effettuati? Possibile che dopo l'installazione delle pompe il problema persista ancora? C'è anche il liceo, oggi, in quella piazza. Per fortuna i ragazzi non sono stati coinvolti. Ci si impegni ad assicurare la manutenzione dell'impianto fognario che non ha retto ancora una volta. Programmare, programmare, programmare! Ci si organizzi per tempo e con interventi efficaci affinché si arginino situazioni simili a quelle della giornata appena passata. La mia vicinanza va a tutti coloro che stanno affrontando questo momento così difficile. Non può piovere per sempre. Ci rialzeremo".
 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento