menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Comune di Agrigento avvia il servizio di refezione scolastica

A seguito della regolarizzazione delle posizioni di contribuzione da parte dei soggetti...

Il sindaco di Agrigento Marco Zambuto e l'assessore alle Politiche dell'istruzione Renato Bruno informano la città che a partire dal 14 novembre inizia il servizio di refezione scolastica per l’anno scolastico 2011/2012,  rivolto agli alunni della scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado della città, a tempo normale (tempo pieno), per 900 utenti giornalieri a mezzo fornitura di pasti pronti completi, comprendenti un primo piatto, un secondo con contorno, pane, frutta/dessert ed acqua. Il servizio prevede delle quote di compartecipazione alla spesa da parte degli utenti, spesa dovuta in quanto il servizio rientra nelle prestazioni scolastiche agevolate e tuttavia l'Amministrazione, per venire incontro alle famiglie, ha stabilito la gratuità totale del servizio per i soggetti appartenenti ad un nucleo familiare il cui reddito Isee per l’anno 2010 è inferiore o equivalente a quattromila euro ed ha previsto anche delle quote di compartecipazione differenziate per i redditi Isee superiori a 4.000,00 euro. A seguito della regolarizzazione delle posizioni di contribuzione da parte dei soggetti richiedenti con il rilascio dei corrispettivi buoni-pasto, il servizio si avvierà in 15 centri scolastici dotati di refettori.

Al fine di garantire agli alunni il servizio di refezione scolastica con regolare continuità, la ditta aggiudicataria, secondo il contratto stipulato con l’Amministrazione, assicurerà la fornitura dei pasti per un triennio. E' prevista anche l'affissione, nei centri scolastici, della Carta dei servizi, a carico della ditta stessa, improntata ai principi di qualità ed efficienza, contenente le schede di gradimento dell’utenza e le principali garanzie della ristorazione fornita, quali le modalità di erogazione della fornitura, di preparazione e di consumo dei pasti ed una campagna di informazione e di educazione alimentare rivolta agli alunni. Con tale Carta dei servizi si vuole garantire informazione e trasparenza sul processo di lavorazione, preparazione, trasporto, consegna dei pasti, sull'andamento del servizio, sulla possibilità di variazione dei menu, sulle modalità di reclamo dell'utenza tramite avvisi ed opuscoli di chiara lettura, per il rispetto degli standard qualitativi.

Attenzione inoltre è posta ai casi di intolleranza alimentare per particolari patologie ed alle diete per esigenze etiche ed etnico-religiose che la ditta si impegna a contemplare, previa specifica istanza del genitore richiedente, ad inizio di ciascun anno scolastico. L'Amministrazione comunale con l’attuazione di questo obiettivo primario ha inteso ampliare l'offerta formativa delle istituzioni scolastiche e nel contempo, migliorare la qualità dei servizi resi all'utenza scolastica e dare un’occasione di educazione nutrizionale per favorire il cambiamento dei comportamenti alimentari dei giovani alunni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento