menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il comitato "Beni comuni" in difesa del risultato del referendum sull'acqua

Sit-in promosso davanti alla sede della Prefettura per salvaguardare i diritti ottenuti dalla...

Il Comitato “Beni Comuni” di Favara, nel sentire l’obbligo a salvaguardare i diritti ottenuti dalla vittoria referendaria, accoglie e aderisce alla manifestazione nazionale che si terrà a Roma il 26 novembre per l’acqua, i beni Comuni e la democrazia, promossa dal Forum italiano dei movimenti per l’acqua.

Considerato che molti non potranno recarsi nella capitale, il coordinatore provinciale del Forum sull’Acqua e i Beni Comuni, Vincenzo Lombardo, vuole promuovere per quel giorno un sit-in di protesta davanti alla sede della Prefettura.

“Nella manifestazione di sabato 26 - sottolinea Lombardo – dovremmo introdurre tutte le tematiche che hanno caratterizzato e caratterizzano la gestione dell’acqua nella provincia di Agrigento".

"D’altro canto sarebbe l’occasione giusta, dove i vari Consigli comunali dei comuni agrigentini, potrebbero essere coinvolti a manifestare e far capire alla gente da che parte stanno”, aggiunge Massimo Centineo, coordinatore del Comitato “Beni Comuni” di Favara, che nel concludere rimarca una dovuta riflessione: “Sino a quando non ci sarà una vera cittadinanza partecipata, sino a quando non ci sarà il reale interesse del cittadino a riprendersi la cosa pubblica o a pretendere che sia gestita come ‘cosa pubblica’, allora non ci sarà una trasformazione sociale ed i diritti continueranno ad essere calpestati, le minoranze continueranno ad essere emancipate, il bene collettivo ad essere ignorato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento