menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il centro storico a pezzi raffigurato nel presepe  della Chiesa Madre-6

Il centro storico a pezzi raffigurato nel presepe della Chiesa Madre-6

Il centro storico a pezzi raffigurato nel presepe della Chiesa Madre

L’arco malandato e le macerie circostanti simboleggiano il degrado della zona

Giovedì 8 dicembre, festa dell’immacolata, è stato inaugurato il presepe popolare nella Chiesa Madre di Favara dal titolo “Alzàti si gusta meglio…Venite e vedrete…”.
L’evento è stato preparato con cura dai ragazzi del gruppo Giovanni Paolo II, che hanno ricostruito un presepe dalle scenografie particolari, utilizzando polistirolo cartapesta e personaggi in terracotta. 

Il presepe non raffigura fedelmente l’epoca in cui nacque Gesù ma riproduce un panorama tipico della Sicilia dell’800. Il presepe risulta diviso in due parti da un arco pericolante, sostenuto da delle travi in legno. Uno scenario richiama la vita di paese tipica dell’800 con le lavandaie che stendono i panni, il fornaio con il suo forno a legna, e dall'altra parte dell’arco viene raffigurata la vita nei campi, con la presenza di contadini che raccolgono le olive. Uno degli autori dell’opera ci fa notare come l’arco malandato e le macerie circostanti va a simboleggiare il degrado del centro storico favarese, che negli ultimi anni è andato in frantumi. Per l’occasione è stato allestito nella chiesa un enorme albero di natale.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento