"Il bimbo ha la febbre e non può scendere": scoppia la baruffa fra ex coniugi

Lo “scontro” verbale fra gli ex coniugi si è ridimensionato non appena sono intervenuti i poliziotti della sezione Volanti della Questura

Non avrebbe fatto incontrare padre e figlio perché il bambino aveva qualche linea di febbre. Una motivazione ritenuta inverosimile dall’uomo, ex marito, che è andato in escandescenze. Lite fra ex coniugi nel centro di Agrigento.  Ad accorrere, ancora una volta, sono stati i poliziotti della sezione Volanti della Questura che hanno subito provato a fare chiarezza, riportando la calma, in quella che, un tempo, era stata una coppia.

L’uomo reclamava, legittimamente, di dover incontrare il figlioletto perché quello era – è accaduto nella giornata di sabato – il giorno che gli era stato assegnato dal giudice. La mamma, nonché ex moglie, invece, ribatteva che il piccino non stava bene: aveva qualche linea di febbre e che non le sembrava opportuno farlo uscire da casa. Lo “scontro” verbale fra gli ex coniugi si è ridimensionato non appena, appunto, sono intervenuti i poliziotti della sezione Volanti della Questura. Agenti che, ancora una volta, hanno indossato i panni dei “pacieri” e hanno cercato di trovare un accordo, stemperando quella che – verosimilmente – è stata l’ennesima baruffa nell’ormai ex coppia. Anche questo genere di interventi stanno diventando praticamente all’ordine del giorno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento