Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Naro

Scoppia la polemica per convegno sulla legalità a Naro, Cutrò: "Non parteciperò se presente la Brandara"

L'attuale sindaco della Fulgentissima è tra gli indagati del filone bis delle indagini (non connesse al suo ruolo di primo cittadino) sull'ex numero uno di Confindustria Sicilia Antonello Montante. La replica: "Sono amareggiata"

Convegno antimafia a Naro, scoppia la polemica. Ad annunciare la propria mancata partecipazione all'evento, con una nota, è oggi l'ex imprenditore Ignazio Cutrò, testimone di giustizia che ha deciso non aderire all'iniziativa che si terrà il prossimo 10 settembre promossa dalla sezione canicattinese del movimento "Agende rosse" e patrocinata dal Comune vista la presenza dell'attuale sindaco di Naro, Mariagrazia Brandara.

"La mia richiesta – dice Cutrò – non è dettata da personali antipatie ma semplicemente dal fatto che l'onorevole Brandara, risulta essere indagata in diverse inchieste, fra queste anche quella della procura di Caltanissetta sul cosiddetto 'sistema Montante'. È ovvio – dice ancora Ignazio Cutrò – che l'onorevole Brandara, è una donna libera che il nostro ordinamento giuridico definisce non colpevole sino a condanna definitiva, principio che io stesso rispetto e riconosco. Il mio auspicio è che il sindaco di Naro possa, nelle aule dei tribunali, dimostrare la sua estraneità ai fatti che gli contesta la magistratura  ma per evitare possibili strumentalizzazioni, anche di natura politica, ho scelto di declinare l'invito. Anche se non sarò presente fisicamente – conclude il  Testimone di Giustizia - voglio comunque lanciare  un appello agli amici naresi che è quello di non piegarsi mai alla prepotenza della mafia e di denunciare ogni tentativo di estorsione e di altri episodi illeciti dei quali sono a conoscenza”.

La replica del sindaco Brandara

"Prendo atto con amarezza del comunicato di Ignazio Cutrò che, mentre afferma il principio di innocenza, dall’altro utilizza un avviso di garanzia strumentalizzandolo. La vita di una persona non può essere condizionato dai tempi della giustizia. Eppure Cutrò conosce bene quando sia difficile il cammino degli uomini e delle donne oneste nel fare emergere la verità. Avevo accettato l’invito a dar voce alla esperienza di Cutrò narrata in un suo libro avendolo conosciuto durante la lunga battaglia affinché ai testimoni di giustizia fosse garantito un lavoro tant’è che oggi sono dipendenti regionali. Alla luce del comunicato da lui fatto mi pento aver accettato tale insistente invito".

Questa la replica del sindaco Mariagrazia Brandara.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoppia la polemica per convegno sulla legalità a Naro, Cutrò: "Non parteciperò se presente la Brandara"

AgrigentoNotizie è in caricamento