menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ingresso della Questura di Agrigento

L'ingresso della Questura di Agrigento

I dati della Questura: 7 sbarchi in 15 giorni, bloccati 124 migranti

L'attività investigativa condotta dalla Squadra Mobile ha consentito di effettuare 2 fermi di indiziato di delitto per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e 4 arresti

Sette sbarchi "fantasma" negli ultimi 15 giorni. Tutti fra Realmonte e Siculiana. Il dispositivo interforze, pianificato dalla Questura di Agrigento, ha consentito - in queste due settimane - di bloccare, subito dopo gli approdi, un totale di 124 migranti. Appena ieri - secondo i dati forniti dalla stessa Questura - sono stati rintracciati, in prossimità della località Foce a Siculiana, 38 magrebini. 

Del dispositivo interforze - voluto, appunto, dalla Questura - si stanno occupando polizia, carabinieri, Guardia di finanza e Guardia costiera. Il fenomeno in corso si caratterizza per l’arrivo di piccole imbarcazioni che, eludendo i controlli a mare, giungono fino a ridosso della spiaggia.

I 124 migranti bloccati, in questi 15 giorni, dopo gli adempimenti di rito, sono stati trasferiti in strutture di accoglienza dell’isola. Significativa, pertanto, l’azione delle forze di polizia che controllano il fenomeno, non soltanto sotto il profilo strettamente connesso all’aspetto “amministrativo” della posizione dei migranti sbarcati, ma anche sul versante investigativo, con ripetuti sopralluoghi e verifiche nelle aree a terra interessate dagli sbarchi. Sopralluoghi che consentono la raccolta di elementi utili alle indagini volte ad individuare eventuali organizzazioni criminali che gestiscono tale fenomeno.

L'attività investigativa condotta, negli ultimi giorni, dalla Squadra Mobile ha consentito di fare due fermi di indiziato di delitto a carico di altrettanti soggetti ritenuti responsabili del reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e quattro arresti a carico di altrettanti individui che, inottemperanti al decreto prefettizio di espulsione, hanno fatto rientro nel territorio italiano, nonostante il divieto imposto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento