Modifica della tassa di soggiorno, i consiglieri non hanno dubbi: "Vada agli hotel"

La proposta di emendamento della quinta commissione segue la linea già tracciata dagli albergatori

"Ridistribuire l'imposta di soggiorno incassata dagli albergatori per interventi di manutenzione e decoro nelle aree in cui insistono le strutture turistiche". 

E' questa la proposta lanciata, con un apposito emendamento, da parte della 5a commissione consiliare, riunitasi questa mattina per esitare una proposta che dovrà ovviamente essere adesso discussa in Consiglio comunale.

Nel dettaglio, la proposta è che si vada a modificare il regolamento di applicazione dell'imposta prevedendo che il Comune destini una parte del gettito a tutte le strutture ricettive presenti sul territorio comunale "in proporzione all'incasso dell'imposta riscosso nell'anno precedente da ciascuna struttura".

Entro il 31 marzo, dice ancora l'emendamento, il Comune indica la destinazione delle somme "vincolandole alla promozione della città e della struttura, nonché a migliorie dell'immobile in cui essa è ubicata". Entro il 31 luglio  saranno invece le strutture a dover rendicontare le spese sostenute. 

Modifica della tassa di soggiorno, i consiglieri non hanno dubbi: "Vada agli hotel"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento