Hotel Akragabello centro Covid 19, Di Rosa: "I residenti sono preoccupati"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Centro residenziale, Centro commerciale, Centro turistico, Centro Congressi, parliamo del Villaggio Mosè di Agrigento, correvano gli anni del business “centri di Accoglienza” ed era stato trasformato in un grosso contenitore di centri di accoglienza, oggi dopo la sua rivalutazione, i residenti vedono ancora una volta messa in pericolo la loro residenza, quella residenza spesso comprata con sudore e sacrifici immani(al Villaggio Mosè i prezzi sono alti in quanto vi sono tantissimi insediamenti abitativi di grande rilievo), un noto albergo  posto al centro del centro della zona Commerciale, Turistico Ricettiva, Residenziale,Congressuale, viene trasformato, L’hotel Akrabello di Agrigento, struttura alberghiera presente nel quartiere commerciale di Villaggio Mosè, ospiterà nell’ambito dell’emergenza coronavirus persone che necessitano di effettuare un periodo di quarantena. Si tratta di soggetti appena dimessi dall’ospedale, le cui condizioni sono stabili, o pazienti risultati positivi al tampone che però non necessitano di un ricovero in strutture ospedaliere. L’hotel ha fatto pervenire la disponibilità a diventare di fatto una struttura da destinare a soggetti in quarantena in seguito all’avviso dell’Asp di Agrigento dello scorso 25 marzo. Lo scorso 2 aprile si è tenuta una apposita conferenza dei servizi tra l’Asp di Agrigento e l’amministratore dell’Hotel Akrabello ai fini dell’accoglimento della candidatura della struttura alberghiera. Adesso manca l’ultimo passaggio, cioè l’ok da parte del Dirigente Generale del Dipartimento Generale per la pianificazione strategica. L’obiettivo è quello di pervenire “alla più immediata definizione della procedura di contrattualizzazione della struttura alberghiera medesima“.

Ma a noi scrivono i residenti preoccupati, ecco una lettera appena pervenuta:

"Caro Peppe ciao... come stai?? spero bene per tutti voi ti seguo costantemente nelle tue battaglie per la città e le apprezzo sinceramente...
Oggi mi corre l'obbligo di segnalarti che si sta perpetrando un pericoloso abuso alquanto sconsiderato… E' di ieri la notizia che L'Hotel Akrabello del Villaggio Mosè (l'albergo più capiente della città) ha dato la disponibilità all'ASP a poter ospitare persone in quarantena e quindi "potenziali contagiati" trasformando l'albergo in centro per COVID19.
Premesso che hanno presentato la cosa come un falso gesto caritatevole, vista la situazione, celando invece, squallidi interessi economici (infatti per ogni ospite viene riconosciuta una retta giornaliera ragguardevole). Quindi nel cuore del Villaggio Mosè, il quartiere più popolato della Città, viene propinato un "potenziale lazzaretto" non curanti che a pochi metri ci sono i grandi supermercati, nei quali si approvvigionano quotidianamente migliaia di persone.. Adesso non penso sia il momento di eccedere in polemiche visto il momento e le necessità... ma penso sia più sensato che tali centri di ospitalità vengano ubicati in zone periferiche, lontani da centri molto popolati come il nostro Villaggio Mosè. Ovviamente noi abitiamo a Villaggio Mosè… Penso che il famoso "distanziamento sociale" sia stato violato.. Comunque solleciterò il comitato di quartiere, affinché quanto sopra venga bloccato e si prendano altre decisioni più logiche.. Penso che la tua voce sia più ascoltata della mia".

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento