"Hanno realizzato una casetta abusiva", c'è l'ingiunzione a demolire

Il Comune ha concesso 90 giorni di tempo affinché l'immobile venga raso al suolo. In caso contrario scatterà una sanzione che va da un minimo di 2 mila ad un massimo di 20 mila euro

Foto archivio

Hanno realizzato un manufatto di circa 30 metri quadrati, con finestre complete di infissi e porta d’accesso. E lo hanno fatto su una piattaforma in ampliamento e in aderenza di un fabbricato preesistente, già oggetto di ingiunzione di demolizione. A scoprire quello che è un nuovo abuso edilizio – nella città dei Templi – è stata la squadra Edilizia della polizia municipale. Nelle ultime ore, da palazzo dei Giganti è stata firmata l’ingiunzione alla demolizione e al ripristino dei luoghi. E il tutto dovrà avvenire entro 90 giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I responsabili del settore del Municipio sono stati chiari: “Decorso infruttuosamente detto termine si procederà comminando una sanzione amministrativa pecuniaria nella misura compresa tra 2 mila e 20 mila euro, da determinarsi successivamente all’accertamento dell’eventuale inottemperanza all’ordinanza. L’opera abusiva, comprensiva della superficie, sarà acquisita gratuitamente, di diritto, al patrimonio comunale. L’accertamento di inottemperanza all’ingiunzione a demolire costituirà titolo per l’immissione in possesso e per la trascrizione nel registro pubblico immobiliare dell’acquisizione. Le opere abusive acquisite saranno demolite con ordinanza del dirigente e a spese dei proprietari, salvo che con deliberazione consiliare – hanno concluso dal Comune di Agrigento – non si dichiari l’esistenza di prevalenti interessi pubblici e sempre che l’opera non contrasti con rilevanti interessi urbanistici o ambientali”. Sempre i tecnici di palazzo dei Giganti hanno avvisato i proprietari dell’opera che “qualora fossero sottoposte a sequestro da parte dell’autorità giudiziaria, i proprietari devono, prima di eseguire la demolizione, preventivamente chiedere il dissequestro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Villaseta: giovane si toglie la vita, avviate le indagini

  • Coronavirus, è di nuovo raffica di positivi a Ravanusa, Palma, Canicattì, Licata, Sciacca, Cianciana e Porto Empedocle

  • Non si fermano i contagi a Sambuca, altri nove positivi: tra questi anche un impiegato

  • Amministrative, Franco Miccichè il nuovo sindaco: vittoria a valanga su Firetto

  • Coronavirus: 17 positivi in provincia, ci sono pure 6 alunni e 2 insegnanti

  • Studenti positivi al Covid 19, Miccichè chiude il "Politi" e Di Ventura il "Verga"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento