rotate-mobile
Solidarietà

La guerra in Ucraina, Agrigento pronta ad accogliere i profughi: individuati alberghi chiusi e centro per migranti

Il sindaco Franco Micciché è al lavoro da giorni: "Ho già contattato proprietari e responsabili e c'è la loro disponibilità. Restiamo in attesa della direttive del governo nazionale e regionale"

Sono stati individuati e già contattati i proprietari di due alberghi chiusi e un centro d'accoglienza, utilizzato solitamente per accogliere i migranti, anch'esso, al momento, non funzionante. Agrigento, e il suo sindaco Franco Micciché, già da qualche giorno è al lavoro per provare ad aiutare gli ucraini in fuga dalla guerra. "Ho individuato e contattato i proprietari di due alberghi chiusi e ho ottenuto la loro disponibilità. Ma c'è anche un centro d'accoglienza che, al momento, non è operativo. Siamo pronti a dare, concretamente, una mano d'aiuto - ha spiegato ad AgrigentoNotizie il sindaco Franco Micciché - . Ne ho anche già parlato con il prefetto Maria Rita Cocciufa, ma restiamo in attesa della direttive del governo nazionale e regionale". Agrigento, sulla base delle strutture individuate, è pronta ad accogliere - semmai arriveranno fino a qui i profughi dell'Ucraina - più di un centinaio di persone. 

La guerra in Ucraina, servono medicine e posti letto per i rifugiati: Agrigento si mobilita

"Per quanto riguarda la necessità di farmaci, sto cercando di coinvolgere delle associazioni di volontariato - ha aggiunto il primo cittadino - . Non c’è nessuna ragione che possa giustificare la guerra, che possa valere quanto la libertà e la democrazia. Agrigento - ha ribadito Micciché - è contro la guerra, Agrigento è vicina al popolo ucraino. E lo faremo, se vi sarà bisogno, concretamente, accogliendo chi è scappato dal proprio Paese".

La Caritas attiva una raccolta di fondi 

Intanto, Beniamino Biondi -  lo scrittore, poeta e critico cinematografico, nonché ex assessore comunale incaricato da un'associazione che promuove lo sviluppo delle relazioni fra l'Italia e l'Ucraina - ha ricevuto la disponibilità della fondazione Immacolata Concezione di Naro e del sindaco di Joppolo Giancaxio. 

Musumeci: "Sicilia pronta ad accogliere"  

"La Sicilia, culla di accoglienza e integrazione, con la generosità di sempre, è pronta a ospitare i profughi ucraini costretti a lasciare ogni cosa per fuggire dal conflitto in corso ai confini dell’Europa - ha detto il presidente della Regione, Nello Musumeci, - . Coopereremo con le nove Prefetture dell’isola per fornire collaborazione e coordinare gli aspetti logistici, assieme alla Protezione civile regionale, per la distribuzione di farmaci e di ogni genere di prima necessità e perché i profughi possano avere tutta l’assistenza di cui necessitano. Con l’auspicio che, al più presto, quanto sta accadendo in Ucraina abbia soluzione positiva e pacifica".

Guerra in Ucraina: fiaccolata, marcia e accensione del tripode dell'amicizia fra popoli

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La guerra in Ucraina, Agrigento pronta ad accogliere i profughi: individuati alberghi chiusi e centro per migranti

AgrigentoNotizie è in caricamento