rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Naro

Ucraina, la Fondazione Immacolata Concezione offre alloggio e aiuti umanitari

Coinvolti numerosi volontari tra psicologi, pedagogisti, assistenti sociali, infermieri, cuochi e operatori socio-assistenziali e sanitari. Ecco come fare per dare una mano a chi fugge dalla guerra

Gli alloggi della Fondazione Immacolata Concezione Onlus di Naro saranno messi a disposizione per i richiedenti asilo che potranno usufruire dei locali della struttura. E per gli ucraini che stanno facendo i conti con la guerra ci saranno anche generi di prima necessità grazie ad un'apposita campagna di raccolta di coperte e farmaci da inviare direttamente nei luoghi colpiti dal conflitto militare. Coinvolti inoltre numerosi volontari tra psicologi, pedagogisti, assistenti sociali, infermieri, cuochi e operatori socio-assistenziali e sanitari
L’iniziativa, in collaborazione on l’associazione "Madeoinukraine" è portata avanti anche dal Comune di Naro, dalla Protezione civile e dalla Croce rossa italiana.

"L'iniziativa è già in corso da alcune ore - ha detto il presidente della Fondazione Immacolata Concezione, Gabriele Terranova - e dopo esserci confrontati con altre onlus, con il sindaco di Naro Maria Grazia Brandara e con dei referenti in Ucraina, abbiamo deciso di iniziare la raccolta di coperte e farmaci. Da questo momento e per tutti i giorni potrete prenotare il ritiro delle vostre donazioni scrivendoci o chiamandoci al 351 906 17 14 o portarle voi stessi nella nostra sede di piazza Cavour 36 a Naro".
In particolare servono coperte e cuscini con riempimento sintetico; tappetini da campeggio, sacchi a pelo e coperte termiche, biancheria per letto singolo, sacchi e sacchetti in plastica, prodotti per bambini e adulti, pannolini per bambini, pannoloni per adulti e anziani, assorbenti intimi ,giacche a vento e giacche/cappotti antipioggia, biancheria termica, calzini (meglio se spessi), Tachipirina, vitamine, pannolini per bambini di varie misure, fazzoletti imbevuti per bambini, calmanti (gocce, valeriana), antibiotici, analgesici, antiemorragici, antidiarroici, mascherine, guanti monouso, garze e bendaggi, siringhe, cotone idrofilo, ovatta, antisettici e disinfettanti (no alcol etilico o infiammabili).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucraina, la Fondazione Immacolata Concezione offre alloggio e aiuti umanitari

AgrigentoNotizie è in caricamento