rotate-mobile
Cronaca

"Guerra" ai B&B abusivi, uno su due è fuori regola: già 25 le denunce

I poliziotti dell'ufficio Prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura, da qualche settimana ormai, stanno controllando tutte le strutture ricettive della città

Uno su due è fuori regola: o non sono iscritti alla piattaforma della Questura, che serve per comunicare - secondo normativa - i nominativi degli alloggiati, oppure non comunicano nulla. Tantissimi, invece, quelli che sono totalmente abusivi. I poliziotti dell'ufficio Prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura, da qualche settimana ormai, stanno controllando - letteralmente rivoltando dalla testa ai piedi - i B&B di Agrigento. "E a breve - secondo quanto ha annunciato il commissario capo Francesco Sammartino, dirigente della sezione 'Volanti', - controlli dello stesso genere verranno estesi a tutto il resto della provincia". Fino ad ora su una cinquantina di B&B controllati ben 25 sono risultati essere fuori regola: quelli che, appunto, o non sono registrati sul portale della Questura o non comunicano le generalità degli ospiti. Ben 25 dunque le denunce già formalizzate all'Autorità giudiziaria. Si tratta di fatti che prevedono una ammenda che arriva fino a 206 euro. 

Il video - Sammartino:"Le strutture erano totalmente sconosciute allo Stato e agli enti pubblici"

Le strutture ricettive: hotel o B&B devono comunicare obbligatoriamente alla Questura le schede (nominativi e generalità) delle persone alloggiate. Lo stabilisce la normativa.  Ad Agrigento ci sono, però, parecchi B&B che o non sono registrati sul portale della Questura oppure, pur essendo registrati, non comunicano. "Abbiamo scoperto anche B&B totalmente abusivi - ha spiegato il commissario capo Francesco Sammartino - . Abusivi significa che sono privi di 'Scia', di determina e di user e password che la Questura rilascia. C'è un ufficio specifico in Questura che rilascia queste credenziali e le rilascia solo a chi ha le autorizzazioni necessarie".  

Picarella: "Plauso alla polizia"

"Ci sono bellissimi B&B, sui quali la gente ha investito fior di quattrini, ma non hanno mai regolarizzato la loro posizione - ha commentato il dirigente della sezione 'Volanti' - e non comprendiamo proprio il perché. Mettersi in regola non costa nulla. L'azione avviata su disposizione del questore Maurizio Auriemma è indirizzata a far diventare realtà il principio di legalità. Esiste una normativa che va, categoricamente, rispettata. Non è possibile che una persona, dall'oggi al domani, si alzi la mattina, decida di registrarsi su qualche sito internet che permette le prenotazioni e decida di ospitare persone di cui l'autorità locale di pubblica sicurezza non ha alcuna conoscenza". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Guerra" ai B&B abusivi, uno su due è fuori regola: già 25 le denunce

AgrigentoNotizie è in caricamento