rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cronaca Grotte

"Dopo il patteggiamento torna a perseguita l'ex moglie", nuovo divieto di avvicinamento

Il tribunale del riesame ha confermato l’ordinanza emessa dal gip Stefano Zammuto su richiesta del pm Chiara Bisso

Torna a perseguitare l’ex moglie dopo la condanna, inflitta per lo stesso motivo, e rimedia un nuovo provvedimento cautelare. Il tribunale del riesame ha confermato l’ordinanza, emessa dal gip Stefano Zammuto su richiesta del pm Chiara Bisso, che imponeva il divieto di avvicinamento alla vittima nei confronti di G.R., 33 anni, di recente condannato per maltrattamenti, lesioni aggravate e violazione di domicilio ai danni dell'ex moglie.

"Picchia e umilia l'ex moglie", dopo il patteggiamento nuova persecuzione 

Il nuovo provvedimento gli impone anche di avvicinarsi ai luoghi frequentati dal nuovo compagno della donna. Il suo difensore, l’avvocato Gianfranco Pilato, aveva chiesto al tribunale del riesame di annullare il provvedimento ritenendo che si trattasse di "episodi occasionali e di poco conto". La Procura, invece, lo accusa di avere perseguitato dal 26 ottobre al 5 novembre l’ex moglie che, in passato, sarebbe stata costretta a subire ripetute offese, percosse e umiliazioni anche in presenza del figlio. Dopo la cessazione del divieto di dimora, che ha fatto seguito al patteggiamento a un anno e sei mesi di reclusione, sarebbe tornato in paese per continuare a perseguitare la donna. In una circostanza, sostiene l’accusa, avrebbe pure lanciato delle pietre contro il balcone della sua abitazione. Il trentenne, pur patteggiando, ha sempre negato le accuse che la donne gli muove. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Dopo il patteggiamento torna a perseguita l'ex moglie", nuovo divieto di avvicinamento

AgrigentoNotizie è in caricamento