Screening anti-Covid a Grotte, tutti negativi i 600 tamponi effettuati

Quasi seicento i test effettuati e il tempo d'attesa è stato di circa 30 minuti. Il sindaco: "Questi dati ci consentiranno di rientrare a scuola con più serenità e più tranquillità" 

Un momento dello screening in piazza Anna Magnani a Grotte

"Negativo". Hanno dato - tutti - esito negativo i tamponi rapidi effettuati nel corso della campagna di screening contro il Covid-19 rivolta agli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado del “Roncalli” di Grotte. I controlli sono stati effettuati questa mattina in piazza Anna Magnani. A mobilitarsi sono stati - e la macchina organizzativa del drive-in è stata impeccabile - gli operatori del dipartimento di Epidemiologia dell’Asp di Agrigento, in collaborazione con i volontari dell’associazione “Padre Vinti Grotte solidale”, con il supporto logistico Avf Service e Dc produzioni di Daniel Carlisi. Quasi seicento i tamponi processati e il tempo d'attesa è stato di circa 30 minuti. 

“Una bella iniziativa - spiega Alfonso Provvidenza, sindaco di Grotte- di cui siamo chiaramente tutti molto soddisfatti. Siamo tra i primi Comuni che hanno realizzato un’attività di screening che riguarda tutti gli studenti della nostra comunità. Ovviamente i risultati, tutti negativi, sono particolarmente importanti e ci danno un’idea concreta della situazione epidemiologica tra gli studenti. Questi dati ci consentiranno di rientrare a scuola con più serenità e più tranquillità. Colgo l’occasione per ringraziare tutti quelli che hanno collaborato all'organizzazione di questa giornata.Sebbene il sindaco sia il vertice di un’amministrazione, ha bisogno di tanta collaborazione. Una partecipazione tanto massiccia da parte degli studenti nasce pertanto dalla sinergia che in questi anni abbiamo creato con la scuola e il preside che la rappresenta”.

La quasi totalità degli studenti si è, infatti, sottoposta a screening a due settimane dalla chiusura della scuola dovuta all’impennata di casi registrati nei primi di novembre a Grotte. Ma è stata, indubbiamente, l’opera di promozione e di sensibilizzazione realizzata dai docenti a garantire una presenza tanto massiccia. “Al di là dei risultati ottimali - spiega Emanuele Giordano, dirigente del 'Roncalli' di Grotte -  proprio perché tutti i tamponi sono risultati negativi, credo che il risultato più importante sia rappresentato dalla fortissima partecipazione a cui abbiamo assistito: tutti gli alunni sono stati accompagnati dai genitori. Questo è segno che la scuola, che io legalmente rappresento, ha risposto bene alla campagna di prevenzione che insieme all’amministrazione comunale e al sindaco abbiamo promosso. I risultati di oggi ci consentiranno di rientrare a scuola conmaggiore sicurezzae di continuare a puntare sulla prevenzione, unicostrumento che al momento abbiamo,ovviamente in attesa che venga reso a tutti accessibile l’uso del vaccino”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento