rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Grotte

"Picchia la moglie e le fa mancare i mezzi di sussistenza", condannato 37enne

La donna lo denunciò dopo avere riportato la frattura di un dito, pena sospesa solo se pagherà un anticipo del risarcimento

Picchia l'ex moglie, fratturandole un dito, e fa mancare i mezzi di sussistenza a lei e ai figli minori. Con questa accusa il giudice monocratico Alessandro Quattrocchi ha condannato a quattro mesi di reclusione un trentasettenne di Grotte, A.T..

I fatti risalgono al luglio del 2013. La donna ha denunciato di essere stata percossa e di avere riportato la frattura di un dito. Al processo si è costituita parte civile con l'assistenza dell'avvocato Gianfranco Pilato e ha ottenuto il risarcimento del danno. Il giudice, inoltre, ha stabilito una provvisionale - un anticipo del risarcimento del anno - di 5 mila euro. Se l'imputato non pagherà non beneficerà della sospensione della pena.

La pena inflitta è la stessa che era stata proposta dal pubblico ministero Roberto Gambina. Il difensore, l'avvocato Giuseppe Zucchetto, aveva chiesto al giudice di contenere la pena. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Picchia la moglie e le fa mancare i mezzi di sussistenza", condannato 37enne

AgrigentoNotizie è in caricamento