Venerdì, 19 Luglio 2024
Violenze domestiche / Grotte

"Devo incendiare casa con te dentro", sputa addosso alla moglie e la prende a schiaffi e bastonate: chiesto rinvio a giudizio di 80enne

L'anziano avrebbe minacciato di morte, insultato e picchiato la donna per almeno otto anni fino all'intervento dei carabinieri

Sputi, schiaffi e minacce di morte alla moglie per almeno otto anni: il pubblico ministero Elettra Consoli ha chiesto il rinvio a giudizio di un ottantenne di Grotte accusato di maltrattamenti ai danni della donna di quattro anni più giovane.

L'uomo, a partire dal 2015, l'avrebbe costretta a subire continue vessazioni e umiliazioni. "Putt... mi fai schifo, te ne devi andare da qua... non è casa tua" - le avrebbe detto in numerose circostanze distruggendo, durante i suoi scatti di rabbia, le suppellettili dell'abitazione. 

In diverse occasioni, inoltre, secondo l'atto di accusa della procura, l'avrebbe minacciata di morte dicendole: "Devo incendiare casa con te dentro". In altre circostanze, durante litigi per futili motivi, le avrebbe sputato addosso, l'avrebbe spintonata e l'avrebbe colpita con schiaffi dicendole che non l'avrebbe picchiata ulteriormente solo per non lasciarle dei segni visibili sul corpo.

Nel 2016, inoltre, dopo avere sentito una telefonata con una parente alla quale l'avrebbe accusato, l'avrebbe spinta facendola cadere sul divano, le avrebbe sputato addosso, prendendola a schiaffi, insultandola e, infine, cacciandola da casa.

E poi ancora, oltre ad averla schiaffeggiata numerose altre volte e avere rotto alcuni oggetti presenti nella camera da letto, l'avrebbe colpita almeno quattro volte alla testa con il bastone che la donna teneva in mano e poi le avrebbe stretto una sciarpa attorno al collo per simulare uno strangolamento: in quella circostanza la donna riuscì a reagire colpendolo con uno schiaffo. Subito dopo questo episodio, che risale allo scorso 8 giugno, ci fu intervento dei carabinieri che fecero partire le indagini

L'anziano, che ha nominato come difensore l'avvocato Gianfranco Pilato, comparirà il 29 novembre davanti al giudice per l'udienza preliminare Micaela Raimondo. La moglie potrà costituirsi parte civile. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Devo incendiare casa con te dentro", sputa addosso alla moglie e la prende a schiaffi e bastonate: chiesto rinvio a giudizio di 80enne
AgrigentoNotizie è in caricamento