menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
FOTO ARCHIVIO

FOTO ARCHIVIO

Medico derubato in casa da banda con finta donna incinta, processo agli sgoccioli

L'anziano professionista è morto prima del verdetto, il giudice ordina la conclusione del dibattimento anche se non si dovessero trovare i testimoni

Il giudice ha dato incarico di accompagnare coattivamente in aula l'unico testimone rintracciato e disporre la notifica all'estero per il secondo: il 15 luglio, anche se non dovessero essere rintracciati, si procederà ugualmente con le conclusioni e la sentenza. Il processo è quello a carico di quattro imputati, accusati di avere adescato un anziano medico con la scusa che una di loro era incinta per derubarlo del portafogli che conteneva quasi 400 euro.

Sotto accusa Giuseppe Matina, 49 anni, Amedeo Restivo, 26 anni, Gianluca Stagno, 29 anni e Jenny Ehing, 26 anni. I presunti componenti della banda di ladri, accusati di avere commesso il furto in casa del professionista, considerato che i fatti risalgono al 13 giugno del 2011, anche qualora dovesse essere accertata la loro responsabilità, potrebbero uscirne indenni per effetto della prescrizione.

Per concluderlo, il giudice monocratico Alessandro Quattrocchi aveva fissato udienze ravvicinate e disposto persino ricerche internazionali dei testimoni a mezzo di Interpol. La situazione non si è mai sbloccata e il Coronavirus ha ulteriormente dilatato i tempi perché è stato necessario procedere con ulteriori rinvii. Il 15 luglio, dopo il passaggio a vuoto di ieri in cui si è preso atto dell’assenza dei testi per l’ennesima volta, visto che uno è all’estero e l’altro non si è presentato, ci sarà l’ultimo atto del processo.

Si farà un nuovo tentativo per fare venire in aula il fratello della badante dell'anziano professionista, morto durante il processo, e una vicina di casa. Anche se non dovessero essere trovati, si procederà con la requisitoria e le arringhe difensive degli avvocati Daniele Re, Gianfranco Pilato, Ninni Giardina e Angelo Benvenuto. Poi il giudice dovrebbe ritirarsi in camera di consiglio ed emettere il verdetto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Danneggia la rotonda del Quadrivio e fugge via: "beccato" dalle telecamere

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Coronavirus

Attualità

L'accademia delle Belle arti dona quindici quindici quadri al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento