rotate-mobile
Giovedì, 30 Marzo 2023
Cronaca Grotte

Quattro colpi di fucile contro il cancello di un'abitazione, aperta un'inchiesta

E' sulla presenza di un cane, che potrebbe aver creato dei fastidi, che sembrano concentrarsi le indagini dei militari dell'Arma

Quattro colpi di fucile da caccia contro il cancello di un’abitazione disabitata. E’ accaduto in via Orsini, nel centro storico di Grotte. Inequivocabile messaggio intimidatorio per un operaio ventinovenne che avrebbe utilizzato la vecchia abitazione per tenere un cane. Ed è proprio sulla presenza del cane che sembrano concentrarsi le indagini dei militari dell’Arma della stazione di Grotte. Carabinieri che, coordinati dal comando compagnia di Canicattì, ipotizzavano che qualcuno potrebbe aver voluto lanciare un messaggio esplicito al giovane perché verosimilmente quel cane avrebbe creato fastidi, forse anche dei rumori non graditi.  

Nessuna certezza categorica, naturalmente. Troppo presto, del resto, per avere piena consapevolezza di quale pista investigativa imboccare. I carabinieri, a quanto pare, come procedura investigativa esige, hanno già sentito il ventinovenne, un operaio grottese. E non è escluso, naturalmente, che tornino a farlo anche nelle prossime ore o nei prossimi giorni. 

L’obiettivo, dei militari dell’Arma, è naturalmente uno soltanto: cercare di identificare, ed anche il più rapidamente possibile, chi ha messo a segno quell’inquietante intimidazione. I carabinieri sembrano tenere in forte in considerazione l’ipotesi di un danneggiamento fatto a causa della presenza del cane – verosimilmente non gradito – in quella vecchia abitazione del centro storico. Ma nessun’altra ipotesi veniva naturalmente esclusa. Le indagini risultavano essere condotte, dunque, su un fronte di trecentosessanta gradi.

Pare che i carabinieri abbiano – esattamente come procedura investigativa esige – cercato di acquisire i racconti di qualche residente della via Orsini o delle zone immediatamente vicine. Nessuno però pare che abbia sentito nulla. E nessuno, pare sempre, che abbia notato strane o inusuali presenze nella zona.

L’inchiesta avviata nelle ultime ore non si preannuncia, dunque, semplice per i carabinieri. Nella zona dove sono stati esplosi i quattro colpi di fucile da caccia non vi sarebbero, del resto, nemmeno delle telecamere di video sorveglianza pubbliche o a presidio di esercizi privati. Telecamere che avrebbero potuto anche dare, eventualmente, una svolta repentina all’inchiesta permettendo di concentrarsi su eventuali o possibili sospetti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro colpi di fucile contro il cancello di un'abitazione, aperta un'inchiesta

AgrigentoNotizie è in caricamento