Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Più di 50 migranti in arrivo a Grotte, sindaco: "Luogo inadatto al rispetto delle regole"

Provvidenza ha scritto al presidente del Consiglio e a quello della Regione. Il deputato Rosalba Cimino: "Verrà stabilito un presidio fisso di polizia davanti alla struttura che verrà occupata per soli 14 giorni"

Migranti sbarcano a Porto Empedocle

Grotte accoglierà 60 migranti in un edificio del centro abitato, privo di adeguati spazi esterni, non idoneo all’accoglienza di persone da sottoporre ad isolamento obbligatorio. Il sindaco del paese ha scritto, nelle ultime ore, al presidente del Consiglio Giuseppe Conte e a quello della Regione Nello Musumeci. Alfonso Provvidenza è stato chiaro: "La paventata 'bomba ad orologeria' non è più destinata ad esplodere, ma è ormai in piena deflagrazione. Gli sbarchi stanno costringendo a soluzioni di primissima accoglienza in luoghi inadatti, in pieno centro abitato e non certamente in grado di consentire il rispetto delle regole come, invece, richiesto ai cittadini - ha scritto Provvidenza - . Grotte si è sempre distinta per l’accoglienza: minori non accompagnati, ragazze madri, donne maltrattate. Tutti hanno sempre trovato una casa nella nostra cittadina. Il cimitero ha anche accolto i morti del mare. Pur manifestando la piena e totale disponibilità, ancora una volta, ad accogliere gli sfortunati fratelli africani, ritengo inaccettabile che lo Stato continui - scrive Provvidenza - ad essere incapace a trovare soluzioni non emergenziali ma strutturali e soprattutto capaci di rispettare contestualmente i diritti dei migranti e quelli degli italiani. In piena emergenza Covid-19, il nostro piccolo Comune non può farsi carico di un numero così elevato di persone in regime di quarantena, con una cittadinanza già allo stremo sia psicologicamente che economicamente, preoccupata per quello che sta accadendo".

Il sindaco chiarisce che l'unico obiettivo dell'appello è "tutelare la salute dei miei concittadini ed assicurare ai migranti un’accoglienza degna di questo nome, che non sia quindi il frutto di una instabile improvvisazione".

A gettare acqua sul fuoco, il deputato alla Camera dei deputati, Rosalba Cimino che è proprio di Grotte. Cimino tranquillizza, o almeno ci prova, i suoi concittadini in merito all'arrivo di 52 migranti: "Ho parlato con il vicario del prefetto di Agrigento, chiedendo rassicurazioni per i cittadini. Mi è stato confermato che verrà garantita la massima sicurezza, esprimendo parere favorevole anche sull’idoneità dei luoghi. Verrà stabilito un presidio fisso di polizia davanti alla struttura che verrà occupata dai migranti arrivati per soli 14 giorni (durata della quarantena). Stando alle indicazioni della Prefettura, a coloro che sono sbarcati verranno effettuate due visite dall’Asp per garantire l’assenza dal Coronavirus. Da due mesi mi occupo, con il comitato Schengen, della questione dei migranti arrivati sulle nostre coste, gli ultimi dei quali arrivano con barche di fortuna e non con salvataggi effettuati dalle Ong. Ho anche presentato una interrogazione sulla sicurezza e idoneità dei luoghi in cui queste persone vengono trasferite". Il deputato del MoVimento 5 Stelle ha precisato infine di non essere stata contattata e coinvolta dal sindaco di Grotte, Alfonso Provvidenza, che aveva parlato del silenzio della deputazione nazionale: "Io non sono stata messa al corrente di ciò che stava accadendo dal sindaco Provvidenza che non mi ha coinvolto in questa situazione - ha concluso Cimino - . La struttura ha vinto un bando in maniera legittima e non mi posso opporre alle decisioni del prefetto". 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più di 50 migranti in arrivo a Grotte, sindaco: "Luogo inadatto al rispetto delle regole"

AgrigentoNotizie è in caricamento