menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero di penalisti e magistrati onorari, giornata di stop della giustizia

Per tutta la settimana protestano pm e giudici non togati, oggi blocco quasi totale con lo stop della camera "Giuseppe Grillo"

Giornata di stop quasi totale della giustizia anche ad Agrigento dove, all'intera settimana di sciopero dei magistrati onorari, si è aggiunta l'astensione contemporanea di un giorno della camera penale "Giuseppe Grillo" che ha aderito alla protesta, indetta dall’Unione nazionale camere penali.

“L'esecuzione penale in Italia - si legge nella delibera - ha imboccato una strada buia e senza uscita, costellata da sistematiche violazioni dei diritti umani". E così sono saltate tutte le udienze con indagati o imputati non detenuti, ad eccezione di quelle a rischio prescrizione. L'interrogatorio di Carola Rackete davanti ai pm, atteso dalla stampa di mezzo mondo, ad esempio, è stato rinviato di nove giorni proprio a causa dello sciopero dei difensori della comandante della nave Sea Watch.

E' iniziato ieri e termina il 12 luglio, invece, lo sciopero dei giudici di pace e dei magistrati onorari che tengono in piedi, quotidianamente, la maggior parte dell’attività processuale. I vice procuratori onorari rappresentano l’accusa davanti ai giudici monocratici e sostituiscono in tutte le funzioni i pm “togati” per i procedimenti di competenza del giudice di pace. Anche gli stessi giudici di pace e i giudici onorari, questi ultimi ad Agrigento ogni giorno celebrano udienze per reati di competenza del monocratico oltre che nei collegi penali, si stanno astenendo da tutte le udienze in segno di protesta contro la mancata attuazione delle proposte di riforma. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento