Nuovo stop della giustizia, i magistrati onorari incrociano le braccia

Decine di udienze andranno a vuoto per la protesta contro la mancata riforma del precariato

FOTO ARCHIVIO

Nuovo sciopero dei magistrati onorari anche al tribunale di Agrigento. Ad annunciarlo è Roberto Gambina, coordinatore provinciale circondariale della federmot, sindacato delle toghe onorarie. L'astensione, in pratica, abbraccerà tutta la prossima settimana, ovvero dal 12 al 16 ottobre.

All'origine della protesta dei magistrati onorari di tribunale - vale a dire i vice procuratori e i giudici onorari - le mancate risposte da parte del governo alla categoria che chiedeva un potenziamento con il full time e l'utilizzo delle risorse del "recovery fund per rilanciare l'efficienza della giustizia".

 Al palazzo di giustizia di via Mazzini, quindi, sono destinate a saltare decine di udienze. Innanzitutto quelle dei giudici onorari di tribunale che svolgono le funzioni dei monocratici con la sola eccezione dei reati per cui è prevista l’udienza preliminare. Incroceranno le braccia anche i vice procuratori onorari che sostituiscono i pm togati nella quasi totalità delle udienze davanti agli stessi monocratici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento