Giustizia, neanche il tempo di riprendere: subito un mese di sciopero

I giudici di pace hanno aderito alla protesta, indetta a livello nazionale, a partire dal 17 settembre

Foto d'archivio

Neanche il tempo di riprendere dopo la sosta estiva che la giustizia si ferma subito per uno sciopero. I giudici di pace di Agrigento hanno aderito alla protesta, indetta a livello nazionale, e si asterranno dalle udienze dal 17 settembre per un mese consecutivo.

"Il contratto di Governo - si legge nel documento di proclamazione dello sciopero - impone di riconoscere il ruolo dei magistrati onorari, tramite una completa modifica della recente ‘riforma Orlando’, affrontando anche le questioni attinenti al trattamento ad essi spettante ed alle coperture previdenziali ed assistenziali. Il ministro Bonafede sta puntualmente disattendendo tale obbligo, come evidenziato dalla discussione parlamentare in sede di conversione dei decreti dignità e milleproroghe, allorquando ha dapprima fatto bocciare un ordine del giorno che impegnava il Governo ad adottare misure che garantissero la continuità del servizio dei magistrati onorari e dei giudici di pace, con un adeguato trattamento economico e previdenziale".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • Forti piogge, riecco il maltempo: è allerta meteo gialla

  • L'incidente che ha ucciso Angelo, Racalmuto è sotto choc: annullati tutti gli eventi del week end

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento