Giustizia, neanche il tempo di riprendere: subito un mese di sciopero

I giudici di pace hanno aderito alla protesta, indetta a livello nazionale, a partire dal 17 settembre

Foto d'archivio

Neanche il tempo di riprendere dopo la sosta estiva che la giustizia si ferma subito per uno sciopero. I giudici di pace di Agrigento hanno aderito alla protesta, indetta a livello nazionale, e si asterranno dalle udienze dal 17 settembre per un mese consecutivo.

"Il contratto di Governo - si legge nel documento di proclamazione dello sciopero - impone di riconoscere il ruolo dei magistrati onorari, tramite una completa modifica della recente ‘riforma Orlando’, affrontando anche le questioni attinenti al trattamento ad essi spettante ed alle coperture previdenziali ed assistenziali. Il ministro Bonafede sta puntualmente disattendendo tale obbligo, come evidenziato dalla discussione parlamentare in sede di conversione dei decreti dignità e milleproroghe, allorquando ha dapprima fatto bocciare un ordine del giorno che impegnava il Governo ad adottare misure che garantissero la continuità del servizio dei magistrati onorari e dei giudici di pace, con un adeguato trattamento economico e previdenziale".

Potrebbe interessarti

  • Come proteggersi dalle zecche

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Come eliminare la puzza di sigarette dai nostri ambienti domestici

  • Il bicarbonato di sodio e i suoi utilizzi in casa

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo a Cosa Nostra, scatta il blitz Assedio: 7 fermi, c'è anche un consigliere comunale

  • Camilleri resta in Rianimazione, il retroscena: 20 giorni fa si era rotto il femore cadendo in casa

  • Camilleri lotta fra la vita e la morte, Racalmuto lo ha già dimenticato

  • Bimbo di 12 anni rischia di annegare, tre bagnini lo portano in salvo

  • Uccise il giudice Livatino, Pace torna a Palma con un permesso speciale

  • Tagliati 80 alberi d'ulivo, agricoltore nel mirino

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento