Giustizia, conclusa la settimana di sciopero: da lunedì si riprende

L'astensione dalle udienze penali per cinque giorni e civili solo per ieri ha, di fatto, bloccato l'intera attività al palazzo di giustizia di via Mazzini

È andata in archivio ieri la protesta degli avvocati penalisti agrigentini che hanno scioperato contro la riforma della prescrizione che entrerà in vigore a partire dal 2020. La camera penale Giuseppe Grillo, coordinata dal presidente Nicola Grillo e dal segretario Gianfranco Pilato, ha aderito all’astensione indetta a livello nazionale per cinque giorni a partire da lunedì. Ieri, in corrispondenza con l’ultimo giorno della protesta, hanno scioperato pure gli avvocati civilisti sempre per la stessa ragione. L’astensione, nei giorni scorsi, è stata deliberata dall’Associazione nazionale forense. 

Le uniche eccezioni, come prevede il codice di autoregolamentazione, sono le udienze con imputati o indagati detenuti o quelle con termini di prescrizione particolarmente ravvicinati. Il risultato è stato che il tribunale di via Mazzini, per una settimana, è stato deserto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento