rotate-mobile
Cronaca

Giustizia, l'Ordine forense agli enti pubblici: "Si rispetti legge sull'equo compenso"

Il presidente del consiglio Vincenzo Avanzato invia una nota formale a tutti i Comuni, all'Asp e all'ex Provincia

L’Ordine degli avvocati, presieduto da Vincenzo Avanzato, sollecita le amministrazioni pubbliche della provincia a rispettare la normativa in materia di equo compenso che prevede, in sostanza, che non si possa andare sotto un tetto minimo per il pagamento delle prestazioni professionali dei professionisti.

Avanzato ha inviato una nota a tutti i Comuni dell’Agrigentino, all’Azienda sanitaria provinciale, alla Regione Sicilia e all’ex Provincia regionale per ricordare gli obblighi di legge in materia. 

“Il Consiglio dell’Ordine degli avvocati – si legge nella nota – valutata e ravvisata la necessità di garantire, nel rispetto del valore sociale ed economico della professione forense e delle prestazioni degli avvocati, la corretta determinazione dei compensi e l’esclusione delle clausole vessatorie nell’ambito delle procedure di acquisizione dei servizi istruite dalle pubbliche amministrazioni, invita tutti gli enti a dare piena attuazione al principio dell’equo compenso”. Il consiglio dell’Ordine di Agrigento ricorda che questo principio, che inizialmente riguardava solo i rapporti con le grandi imprese, è stato esteso anche alle pubbliche amministrazioni.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giustizia, l'Ordine forense agli enti pubblici: "Si rispetti legge sull'equo compenso"

AgrigentoNotizie è in caricamento