rotate-mobile
Cronaca

La protesta dei magistrati onorari, penalisti al loro fianco: "Senza di loro il sistema non regge"

Il direttivo della camera "Giuseppe Grillo", con un documento firmato dal presidente Angelo Nicotra, si schiera con i "precari della giustizia"

Solidarietà dalla camera penale "Giuseppe Grillo" di Agrigento alla magistratura onoraria, alle prese con l'ennesima protesta per reclamare attenzione dal governo nazionale. Il direttivo dei penalisti, con un documento firmato dal presidente Angelo Nicotra, prende posizione al fianco dei "precari della giustizia" che venerdì hanno dato vita ad un flash mob ai piedi del tribunale.

"Nella considerazione che la magistratura onoraria, requirente e giudicante, in particolare nel circondario del tribunale di Agrigento - si legge nel documento -, svolge un ruolo essenziale nell’ambito dell’attività giudiziaria, senza il quale il sistema non potrebbe reggere, e tuttavia viene tenuta in una situazione di rapporto di lavoro precario, in merito alla loro protesta di questi giorni, anche con sciopero della fame di alcuni, per il riconoscimento del diritto alla stabilità come già affermato dalla Corte di Giustizia Europea, auspicando che possano ottenere riconosciute dal ministero della Giustizia le loro giuste rivendicazioni lavorative esprimiamo la nostra solidarietà e vicinanza".

Nicotra aggiunge: "Nel contempo, considerata l’annosa carenza del numero complessivo dei magistrati togati, limitato per ragioni corporative, ma non sufficiente a svolgere l’attività giudiziaria, auspichiamo che l’Autorità di Governo dia corso ad un reclutamento straordinario nei ruoli organici della magistratura".

"E' apprezzabile - commenta il vice procuratore Roberto Gambina, che nel recente passato ha promosso diverse iniziative di protesta - il documento di solidarietà dei penalisti agrigentini per la categoria della magistratura onoraria". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La protesta dei magistrati onorari, penalisti al loro fianco: "Senza di loro il sistema non regge"

AgrigentoNotizie è in caricamento