Botti di capodanno, Di Rosa contro Firetto: "Non vanno fatti"

Il leader del movimento "Mani libere" parla anche a difesa degli animali. L'agrigentino è contro i fuochi d'artificio

Per l'ultimo dell'anno in città, oltre al concerto di Gue Pechegno, anche uno spettacolo di giochi pirotecnici. I "botti" animeranno la notte più lunga dell'anno. A non essere d'accordo, insieme a tanti altri, è l'agrigentino "Giuseppe Di Rosa". Il leader del movimento "Mani libere" ha parlato così.

"Mentre in moltissime città siciliane e della penisola, ad iniziare dai capoluoghi di Provincia come Messina e Catania raccogliendo un accorato appello divulgato da varie associazioni ambientaliste ed Animaliste, i Ssndaci vietano “i botti di capodanno” ed addirittura la loro vendita, il sindaco di Agrigento Firetto, non solo non li vieta, ma si vanta pure del fatto che, lo stesso comune, ha già ordinato ad una ditta, l'esecuzione dello spettacolo pirotecnico allo scoccare della mezzanotte dell'ultimo giorno dell'anno". Queste le parole di Giuseppe Di Rosa.

"A rendere ancora più incredibile ed inaccettabile, la scelta dell'amministrazione Firetto, la dichiarazione dello stesso che dice chiaramente che i soldi per i 'botti di capodanno, saranno prelevati dal tesoretto della 'tassa di soggiorno' per la quale le associazioni di categoria hanno già contestato la spesa per questa ed altre iniziative non contemplate nel regolamento sugli introiti della tassa che essendo una tassa di scopo, hanno un preciso indirizzo per cui essere spesi, così come inoltre rimarcato dagli stessi “revisori dei conti” del comune di Agrigento che va detto, a dire dell'amministrazione attuale, sarebbe alle porte del dissesto finanziario.Ogni fine anno assistiamo inermi a troppe vittime per una notte di festeggiamenti. Si tratta di centinaia di feriti (ma anche di decessi) che vanno a finire al pronto soccorso con gravi danni fisici. Tra questi soprattutto adolescenti e minori. Purtroppo le autorità preposte fanno ben poco per vietare i botti legali o illegali, che tra l’altro sono venduti anche a minori quando invece la legge lo vieta. Tra le vittime oltre a quelle umane - spiega in una nota Di Rosa -  vi sono anche migliaia di vittime tra gli animali domestici e selvatici sempre a causa dei fuochi d’artificio. Ricordiamo che il trauma che vivono gli animali domestici e selvatici è dovuto principalmente ai loro sensi che sono molto più sviluppati rispetto a quelli umani.  Un bagliore improvviso può disorientare e terrorizzare l’animale. Tutto ciò può provocare agli animali gravi e anche mortali conseguenze come, infarto, perdita dell’udito, perfino aborto da stress dì animali in stato di gravidanza e così via".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il colpo in banca da oltre 50mila euro, la banda dal gip: uno dei banditi aveva distintivo dei carabinieri

  • "Intascava i soldi delle carte di identità elettroniche", arrestato impiegato comunale

  • Vede l'auto in fiamme, si precipita in strada e viene accoltellato: un arresto

  • Coltello alla mano si scaglia contro la moglie e la colpisce alla tempia: 58enne arrestato per tentato omicidio

  • Non ha soldi nemmeno per i vestiti e la biancheria, reclusa chiede aiuto ai "Volontari di Strada"

  • L'incidente di Canicattì, le ferite erano così gravi da uccidere la 35enne?

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento