Giovedì, 18 Luglio 2024
Operazione Saponara

Giro di trans ed escort nel centro storico: condannata un'intera famiglia

Due anni di reclusione a Emanuele Pace, 69 anni, la moglie Pierina Miccichè, 57 anni e il loro figlio 34enne Vasilij: l'inchiesta partita da una "pentita del sesso"

Due anni di reclusione per l'accusa di avere gestito alcune case di prostituzione nel centro storico: i giudici della seconda sezione penale, presieduta da Wilma Angela Mazzara, hanno condannato i tre componenti di un'intera famiglia.

VIDEO. Il giro di squillo, l'intercettazione: "Affittiamo solo a gente selezionata"

Si tratta di Emanuele Pace, 69 anni, della moglie Pierina Miccichè, 57 anni e del loro figlio 34enne Vasilij. L'indagine, che il 6 febbraio del 2020 li ha fatti finire ai domiciliari, è scaturita dalle denunce di una prostituta e si è sviluppata grazie, soprattutto, alle numerose intercettazioni telefoniche dalle quali, secondo l'accusa, sarebbe arrivata la prova dell'attività di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione.

Giro di prostituzione nel centro storico, indagati fanno scena muta

L'attività, peraltro, con un intenso giro di trans ed escort, sarebbe stata molto florida con prenotazioni che venivano prese con largo anticipo dalle varie prostitute ed escort che temevano di restare fuori. Agli atti, in particolare, alcune intercettazioni dalle quali emergerebbe l’attività di sfruttamento. 

I giudici, tuttavia, come sollecitato dai difensori, gli avvocati Emilio Dejoma e Giuseppe Lo Dico, hanno riconosciuto la responsabilità degli imputati solo per una parte delle condotte contestate.

Il pubblico ministero Giulia Sbocchia, al contrario, aveva chiesto la condanna a 4 anni di reclusione. 

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro di trans ed escort nel centro storico: condannata un'intera famiglia
AgrigentoNotizie è in caricamento