Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Giro d'Italia, ecco tutte le strade pavimentate in tempo record

Il Genio civile, in meno di 3 settimane, è riuscito a redigere il progetto, ad acquisire i pareri in conferenza dei servizi, ad approvare lo stesso progetto e ad eseguire i lavori

Giro di Italia: in meno di tre settimane,  il Genio Civile è riuscito a redigere il progetto, ad acquisire i pareri in conferenza dei servizi, ad approvare lo stesso progetto e ad eseguire i lavori di pavimentazione delle strade della città dei templi e del vicino Comune di Porto Empedocle che, domenica 4 ottobre, saranno attraversate dalla seconda tappa del giro di Italia.

“Era una vera e propria scommessa in quanto i tempi a disposizione erano davvero esigui, afferma il Capo del Genio Civile Rino La Mendola, ma  ero  sicuro che ce l’avremmo fatta, dimostrando ancora una volta l’efficienza del nostro Ufficio, grazie alla professionalità ed alla buona volontà dei funzionari incaricati, che hanno lavorato ininterrottamente, anche durante i giorni festivi ed in servizio notturno, durante la messa in opera della segnaletica stradale orizzontale.”

I lavori, che sono stati eseguiti dal Genio Civile, a seguito dell’incarico conferito all’Ufficio lo scorso 7 settembre dal dirigente Generale del Dipartimento  Regionale Tecnico Salvatore Lizzio,  hanno riguardato la scarificazione della vecchia pavimentazione, la sistemazione dei tombini non allineati alla superficie stradale, la posa di un nuovo tappetino bituminoso di usura idoneo al transito dei ciclisti  ed una rinnovata  segnaletica stradale orizzontale.   

In particolare, i lavori  sono stati eseguiti su un tratto della SS 115, ricadente in territorio del Comune di Porto Empedocle e sulle strade della città dei templi che saranno attraversate dal giro di Italia: via Luca Crescente e via Crispi, da “Bonamorone” a piazza Vittorio Emanuele, dove  domenica 4 ottobre, alle ore 16,30 circa, è previsto l’arrivo della seconda tappa.  In realtà, il giro di Italia interesserà anche la passeggiata archeologica, che non è stata però oggetto dei lavori in quanto è stata ripavimentata  recentemente e versa quindi in buone condizioni.

“Ritengo doveroso, aggiunge La Mendola, sottolineare che i lavori sono stati eseguiti in virtù di un accordo quadro attraverso il quale il Dipartimento Regionale Tecnico aveva già individuato, con apposita procedura aperta, l’impresa per l’esecuzione di lavori stradali sul territorio della Provincia di Agrigento e soprattutto grazie alle risorse stanziate dal Presidente Musumeci e dalla giunta regionale, con le delibere 376  e 378,  approvate, su proposta dell’Assessore al ramo Falcone, rispettivamente il 3  ed il 10 settembre”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro d'Italia, ecco tutte le strade pavimentate in tempo record

AgrigentoNotizie è in caricamento