Cronaca

L'inchiesta Waterloo, l'ex commissario Dell'Aira ai pm: "Troppe esternalizzazioni"

Il funzionario che era stato nominato dal prefetto: "Hydortecne si rivolgeva a terzi, tra le quali società del gruppo Campione"

Da sx: Gervasio Venuti, il prefetto Dario Caputo e Giuseppe Massimo Dell’Aira

“Composizione atipica dell’organigramma del personale della società, con forte preponderanza della componente amministrativa rispetto a quella tecnica operativa”, ma anche “continua esternalizzazione delle attività a terzi”. E’ di questo, ma non soltanto, che ha parlato ai pm della Procura di Agrigento – lo scorso 15 gennaio – l’allora commissario di Girgenti Acque e di Hydortecne Giuseppe Massimo Dell’Aira.

Operazione Waterloo, Vella: "La Hydortecne serviva per fare un gioco di specchi negli appalti"

Una delle prime cose che aveva notato lui e il suo collega Gervasio Venuti quando hanno iniziato a gestire la Girgenti Acque “era stata la composizione atipica dell’organigramma del personale, in quanto vi era una forte preponderanza della componente amministrativa, rispetto alla componente tecnica/operativa – viene ricostruito dalla Procura nel provvedimento di fermo - . Per fare un esempio, tra il personale c’erano soltanto due o tre elettricisti su più di 300 dipendenti complessivi.  La maggior parte delle attività tecniche operative dunque, venivano esternalizzate o affidate alla Hydortecne”. L’allora commissario straordinario evidenziò anche – stando sempre alla ricostruzione fatta dalla Procura – che “mancano nella disponibilità della Girgenti Acque alcuni mezzi assolutamente necessari per lo svolgimento dell’attività tecnico operativa, ad esempio non vi erano escavatori, non vi erano mezzi idraulici. Tutti questi mezzi operativi venivano richiesti da Girgenti Acque a Hydortecne la quale, a sua volta, ne era prima (ad eccezione forse di un piccolo autospurgo);  Hydortecne, quindi, si rivolgeva a terzi, tra le quali società del gruppo Campione. In pratica, Hydortecne svolgeva un ruolo di ‘società di servizi’ nei confronti di Girgenti Acque, esternalizzando le attività a terzi. I servizi svolti, poi, venivano fatturati da Hydortecne a Girgenti Acque”.

Clientelismo e profitto personale, la Dia su Girgenti Acque: "Se c'era da aggiustare, da calmierare si trovava l'uomo giusto"

Il procuratore aggiunto Salvatore Vella ha parlato infatti, durante la conferenza stampa tenuta per illustrare i dettagli degli otto provvedimenti di fermo, di “gioco di specchi fra le due società. La prima cosa che fecero, Dell’Aira e Venuti, come gestione commissariale del servizio idrico integrato, fu quella di ridurre al minimo l’esternalizzazione dei servizi a terzi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'inchiesta Waterloo, l'ex commissario Dell'Aira ai pm: "Troppe esternalizzazioni"

AgrigentoNotizie è in caricamento