menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Conguagli idrici della discordia: si potranno pagare in otto rate

Annullati invece quelli richiesti per l'anno 2018 essendo trascorso troppo tempo, anche se per "colpa" dei sindaci

In parte annullati, in parte solo ratealizzati anche per importi abbastanza esigui. A distanza di alcuni mesi dal primo annuncio vittorioso (anche troppo) dello stop ai conguagli idrici per gli anni 2018 e 2019 fatto dai deputati agrigentini in seguito di una seduta della IV commissione all'Ars, e dopo un lungo "tira e molla" tra enti, alla fine è arrivato il pronunciamento ufficiale da parte dell'Assemblea dei sindaci dell'Ati che ha deciso la linea da seguire per gli importi richiesti in seguito alla delibera della stessa Ati risalente al giugno dello scorso anno. Delibera che è arrivata in pesante ritardo in realtà rispetto a quando sarebbe dovuta essere analizzata e approvata portando appunto ad un peso improvviso e ingiustificato per i cittadini.

Così quando le bollette arrivarono a casa dei cittadini scoppiarono le polemiche e, appunto, le successive rassicurazioni. Lo scorso 16 febbraio alla fine è arrivata l'approvazione definitiva da parte dell'Assemblea, che ha deciso di ritenere annullati i conguagli per la quota del 2018 (perché risalenti a più di due anni fa) e ha disposto che il gestore rimborsi automaticamente l'importo a chi ha già pagato, oltre ad imporre un reateizzazione in 8 rate (invece che 4) di tutti gli importi, anche quelli inferiori alle 70 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento