menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della conferenza stampa di presentazione del "Giovani in festa"

Un momento della conferenza stampa di presentazione del "Giovani in festa"

Dalla Quisquina a monte Pellegrino nel nome di Santa Rosalia, il "Giovaninfesta" in attesa di papa Francesco

L'iniziativa che si terrà il 4 agosto sarà solo la prima tappa di un lungo percorso che porterà i giovani siciliani a Roma dal pontefice, che sarà a Palermo in settembre

Un "Giovaninfesta" che per un anno non è punto di arrivo, ma di partenza, reale e concreto, di un percorso e itinerario di fede e cammino. Quello che si terrà il prossimo 4 agosto a Santo Stefano Quisquina è un evento diverso da tutti i suoi precedenti: sia per la data (in 34 anni solo poche volte è stato spostato dal primo maggio) che per strutturazione. Questa volta, appunto, l'iniziativa che avrà come motto "E' tempo di... ripensare, ascoltare, camminare", sarà inizio di qualcos'altro.

LE VIDEO INTERVISTE. Il sindaco: "Siamo pronti ad accogliere i ragazzi"

Il "Giovaninfesta", che sarà occasione anche per svolgere per la prima volta il raduno diocesano degli animatori dei grest, aprirà ufficialmente il pellegrinaggio interdiocesano dei giovani, che si svolgerà dal 5 al 12 di agosto e che avrà come punto di partenza l'Eremo della Quisquina, con primo arrivo a Prizzi per discutere del tema del "Lavoro". Seconda tappa, il 6 agosto, per il percorso Prizzi-Corleone, con il tema della "Legalità".

Presente, per una testimonianza, sarà Caterina Chinnici, figlia del giudice Rocco, assassinato nel 1983 dalla mafia. Terza tappa, il 7 agosto, per compiere il percorso Corleone-Tagliavia e per parlare di "Ambiente", quarta tappa, 8 agosto, da Tagliavia a Piana degli Albanesi per parlare di "Relazioni" e quinta tappa, il 9 agosto, Piana degli Albanesi - Palermo, con una festa che si terrà nella cattedrale del capoluogo. A Palermo si terranno anche una veglia di preghiera sulla tomba di don Pino Puglisi e a conclusione, una veglia nel Santuario di Santa Rosalia sul Monte Pellegrino. Il 10 agosto, dopo una mattina di servizio in città i giovani partiranno alla volta di Roma per partecipare il 12 agosto ad una celebrazione eucaristica con papa Francesco, che sarà a Palermo in settembre. Un saluto che la Sicilia farà al pontefice in vista di quell'appuntamento che porterà tutte le diocesi siciliane a Roma per incontrare Papa Francesco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento