menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Giornate psicogeriatriche", convegno ad Agrigento

Il congresso avrà come obiettivo quello dell’integrazione interprofessionale e...

Si svolgerà venerdì 18 e sabato 19 novembre alle 9, nella sala conferenze dell’Hotel della Valle di Agrigento, l’evento dal  titolo: “Giornate  psicogeriatriche  Agrigentine”  organizzato  da Giuseppe Provenzano, responsabile  Uoc di  Psichiatria-Malattie degenerative ed  involutive dell’Asp 1 di Agrigento, e da Rosa Maria Gaglio, direttore dell’Unità operativa di Neurologia  dell’Asp 1 di Agrigento, ospedale San Giovanni di Dio. Il congresso, accreditato alle  figure di  medico chirurgo,  psicologo  ed  infermiere, vedrà la partecipazione di cattedratici delle Università di Palermo, Catania, Messina e Parma e avrà come obiettivo quello dell’integrazione interprofessionale e multiprofessionale al fine di acquisire competenze di diagnosi precoce e approccio multidisciplinare ai pazienti affetti da demenza.

In questo primo quarto di secolo la Demenza sarà la grande sfida sociale e sanitaria sulla dipendenza. Il malato di Demenza è e sarà il suo massimo esponente. I pazienti e i loro familiari hanno  trovato nelle Uva l'ambulatorio “di  famiglia” della Demenza,  dove  ricevere  una serie di risposte che vanno  ben al  di là della semplice distribuzione del  farmaco: continuità diagnostico-terapeutica, assistenziale, counselling familiare.  

E' necessario, altresì, che  le Uva rendano edotte le famiglie dei pazienti circa l'opportunità-necessità di avviare l'iter per i bisogni del paziente. L'evoluzione verso un concetto di “Rete” è la prospettiva principale delle Uva. 

In questa Rete svolge un ruolo di primo piano il medico di Medicina generale, il quale segue il paziente e la sua famiglia per tutto il percorso della patologia.  A  nove  anni  dall'istituzione  delle  Uva appare utile aggiornare i medici di medicina genrale  sui  nuovi percorsi  clinici,  sulle  nuove  terapie  e  sui  problemi  enormi  di  gestione  quotidiana  del paziente demente e della sua famiglia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento