rotate-mobile
Cronaca

Giornate FAI per le scuole, gli studenti di 7 istituti diventano “Apprendisti Ciceroni”

La responsabile Anna Rita Gangarossa: “Dopo lo stop imposto dalla pandemia, mai come in quest’ultimo periodo abbiamo maturato la consapevolezza di quanto siano preziosi i momenti passati insieme”

Sono stati 7 gli istituti scolastici coinvolti quest’anno per il ritorno delle Giornate FAI per le scuole: ragazzi, che sono diventati “Apprendisti Ciceroni”, provenienti da Agrigento, Porto Empedocle, Grotte e Comitini.

Con lo slogan “Prendiamo per mano gli italiani di domani per far crescere con noi i giovani innamorati del nostro Paese”, il Fondo per l’ambiente italiano è entrato nel mondo della scuola organizzando delle visite guidate che hanno reso protagonisti i ragazzi del liceo delle scienze Umane "Raffaello Politi", del liceo scientifico “Leonardo”, dal liceo classico “Empedocle” e dell’istituto tecnico “Nicolò Gallo” di Agrigento e degli istituti comprensivi “Luigi Pirandello” di Porto Empedocle, “Roncalli" di  Grotte e "Leonardo da Vinci" di  Comitini.

“Il bilancio che la delegazione FAI di Agrigento può fare a conclusione delle due giornate dedicate alle scuole del nostro territorio – ha detto la responsabile FAI scuola, Anna Rita Gangarossa - è sicuramente positivo. Basti guardare i numeri dei ragazzi coinvolti sia in qualità di “Apprendisti Ciceroni” che come visitatori, tutti alla scoperta dei beni aperti. Da diverso tempo la delegazione offre alle scuole la possibilità della scoperta del patrimonio presente sul territorio, ma mai come in questi ultimi anni, dopo lo stop imposto dalla pandemia abbiamo maturato la consapevolezza di quanto siano preziosi i momenti passati insieme. Questo è stato il sentimento che è prevalso su tutti  in questi due giorni, intensamente vissuti dagli alunni di tutte le età accompagnati dai loro docenti e dai volontari del FAI. 

“È stato emozionante - ha aggiunto il capo della delegazione FAI id Agrigento, Giuseppe Taibi - contribuire al riaccendersi della speranza con due giorni indimenticabili che hanno visto gli “Apprendisti ciceroni” e i loro coetanei invadere le piazze di Comitini, Grotte, Porto Empedocle e Racalmuto. Grazie alla collaborazione di istituzioni, associazioni e mondo della scuola abbiamo condiviso una  visione dell’ambiente quale intreccio indissolubile di storia, cultura e natura”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornate FAI per le scuole, gli studenti di 7 istituti diventano “Apprendisti Ciceroni”

AgrigentoNotizie è in caricamento