rotate-mobile
Cronaca

"Maxi emergenze e rischio Nbcr in Sicilia”, l’Opi organizza le "Giornate agrigentine"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

È dedicata alle “Maxi emergenze e rischio NBCR (Nucleare – Biologico – Chimico – Radiologico) in Sicilia – Ruolo, capacità e professionalità dell’infermiere in Urgenza Emergenza” la seconda edizione de “Le Giornate Agrigentine” promosse dall’Ordine delle professioni infermieristiche (Opi) e in programma venerdì prossimo, alle 8:30, nella sala conferenze del Grand hotel Mosè.

Dopo i saluti istituzionali delle autorità avrà inizio la prima sessione dei lavori che si articolerà in quattro argomenti: “Stato dell’arte del 118, risposta sanitaria sulle maxi emergenze regione Sicilia” (Giuseppe Misuraca); “NUE 112 regione Sicilia” (Riccardo Castro); “Sistemi integrati di maxiemergenza (Filippo Arfaioli); “Maxi emergenza e rischio NBCR” (Marco Palmeri); “Aspetti gestionali del politraumatizzato” (Salvatore Lo Piccolo).

Subito dopo si terranno le prove pratiche in real time: “Nuove tecnologie nell’approccio in emergenza intraossea” (Gerlando Fiorica); “Tecnologie del sistema sulle maxi emergenze – intubazione difficile” (Gerlando Fiorica); “Estricazione politrauma, tecnica per la spinalizzazione di una persona traumatizzata – l’utilizzo del Ked” (Marco Occhipinti, Salvatore Lo Piccolo, Calogero Perez, Giuseppe Cimino e Antonio La Vecchia).

Dalle 12 alle 13 è in programma la seconda sessione dei lavori. Si discuterà di “Centrale Op 118: ruolo, capacità e professionalità dell’infermiere in urgenza-emergenza” (Massimiliano Alaimo); di “Incidente maggiore modulo maxiemergenze” (Loris Di Vita); “Logistica incidente maggiore (Giuseppe Catalano).

Nel corso del convegno, sarà consegnata una targa in memoria dell’infermiere Rino Alaimo, esperto di Emergenza – Urgenza e protagonista della prima edizione de “Le Giornate Agrigentine”. La targa riporterà la frase spesso pronunciata da Rino Alaimo “Siamo attori senza possibilità di replica” e sarà ritirata dal fratello Massimiliano.

Durante la terza sessione, in programma dalle 14 alle 17, saranno affrontati tematiche rilevanti, quali “Protocolli e algoritmi infermieristici nell’emergenza territoriale” (Gaetano Di Fresco); “Pianificazione, coordinamento sanitario maxi emergenze” (Gaetano Di Fresco); “Ruolo del volontario a supporto delle maxi emergenze” (Marzio Tuttolomondo).

Il convegno proseguirà con la tavola rotonda sul tema “Infermieri a confronto” mentre, dalle 18 alle 19, si terrà l’attività pratica interattiva sui seguenti argomenti: “Attivazione catena dei soccorsi”; “La medicina delle catastrofi”; “Il triage e i protocolli”; “La logistica e il PMA di primo livello”; “Comando e coordinamento”.

La conclusione dei lavori è prevista alle 19:30.

L’organizzazione del convegno, che vede come responsabile scientifico Salvatore Occhipinti, presidente dell’Ordine delle professioni infermieristiche, è a cura della segreteria dell’Opi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Maxi emergenze e rischio Nbcr in Sicilia”, l’Opi organizza le "Giornate agrigentine"

AgrigentoNotizie è in caricamento