Cronaca

"Giornata europea della logopedia 2016", ecco le scuole in cui si parlerà di disprassia

Ogni anno nella giornata del 6 Marzo si celebra in tutta Europa la "Giornata della Logopedia", iniziativa promossa dal 2004 dal Comitè Permanent de Liaison des Orthophonistes-Logopèdes de l'Union Européenne (C.P.L.O.L.) con lo scopo di informare i cittadini su alcuni temi inerenti i disturbi della comunicazione e della deglutizione in ambito logopedico

Ogni anno nella giornata del 6 Marzo si celebra in tutta Europa la "Giornata della Logopedia", iniziativa promossa dal 2004 dal Comitè Permanent de Liaison des Orthophonistes-Logopèdes de l'Union Européenne (C.P.L.O.L.) con lo scopo di informare i cittadini su alcuni temi inerenti i disturbi della comunicazione e della deglutizione in ambito logopedico.

Il tema del 2016 è "Parole in movimento: la disprassia - difficoltà ad eseguire e coordinare movimenti e gesti finalizzati a un obiettivo". La disprassia abbraccia diversi aspetti: oltre quelli strettamente legati alla coordinazione motoria, coinvolge aspetti che investono le diverse funzioni adattive durante i vari stadi dello sviluppo, che possono determinare serie difficoltà nelle Attività della Vita Quotidiana, come - il vestirsi e svestirsi, l'allacciarsi e slacciarsi le scarpe, l'articolazione del linguaggio, l'usare gesti espressivi per comunicare particolari stati d'animo o veri e propri deficit durante le attività scolastiche; tra questi possiamo evidenziare difficoltà di scrittura (disgrafia) o di lettura (spesso per lentezza e difficoltà di decodifica a causa di deficit della coordinazione dei movimenti di sguardo).

I soggetti colpiti da questi disturbi non riescono a compiere movimenti intenzionali in serie o in sequenza per programmare e portare a termine un'azione, secondo degli obiettivi predefiniti; essi hanno bisogno di pensare alla pianificazione dei movimenti che hanno difficoltà ad automatizzare. La difficoltà di coordinazione motoria e componenti disprassiche di diversa entità sono presenti nel 5-6% della popolazione scolastica (nel 2% in forma severa). Non esistono specifiche indagini e ricerche epidemiologiche riguardo alla disprassia in Italia, ma a livello internazionale i ricercatori sottolineano indicatori di frequenza che vanno dal 6 al 10% nei bambini nelle prime fasce di età (in particolare Francia, Regno Unito, Svezia, Singapore, Stati Uniti).

Anche in tema di "disprassia" la Federazione Logopedisti Siciliani (F.L.I Sicilia) organo regionale della Federazione Logopedisti Italiani (F.L.I) rinnova nel 2016 il proprio impegno in attività regionali e nazionali utili a promuovere e sollecitare l'attenzione degli utenti e delle istituzioni, fornendo al contempo un supporto informativo con la divulgazione di informazioni corrette. Le iniziative che la nostra Associazione intende promuovere sul territorio della Regione Sicilia sono presenti sul sito dell' Associazione.

Ecco le iniziative in provincia di Agrigento, curate dalla dottoressa Giada Tedesco:

- 8 marzo 2016 dalle ore 09:00 alle ore 12:30 presso "I.C. Fontanelle" - Agrigento , a cura della Dott.ssa Log. G.Tedesco

- 8 marzo 2016 dalle ore 09:00 alle ore 12:00 presso "I.C. Esseneto" - Agrigento , a cura della Dott.ssa Log. G.Montante

- 8 marzo 2016 dalle ore 08:30 alle ore 12:00 presso "I.C. Philippone" - scuola elementare S.G.Gemini, a cura della Dott.ssa Log. R.Rappisi

- 10 marzo 2016 dalle ore 08:30 alle ore 12:00 presso "I.C. Philippone" - scuola materna S.G.Gemini, a cura della Dott.ssa Log. R.Rappisi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Giornata europea della logopedia 2016", ecco le scuole in cui si parlerà di disprassia

AgrigentoNotizie è in caricamento