rotate-mobile
Guardia costiera / Porto Empedocle

"Giornata del mare", la Capitaneria apre le porte agli studenti

È stata fatta anche una simulazione di richiesta d’aiuto da parte di un gommone da diporto in difficoltà che ha lanciato l’Sos denunciando un’avaria al motore ed una persona a bordo in pericolo di vita

Istituita nel 2017, attraverso una specifica integrazione al Codice della nautica da diporto, oggi 11 aprile ricorre la “giornata del mare e della cultura marinara”, che vede anche la Guardia Costiera impegnata nell’obiettivo di promuovere e sviluppare la cultura del mare, presso gli istituti scolastici di ogni ordine e grado. Cultura intesa come risorsa di ampio valore, scientifico, ricreativo ed economico. Di qui, la promozione di iniziative formative e divulgative al fianco della scuola, che accompagna i giovani nella loro crescita, educandoli al rispetto, esteso anche al del bene-mare.

Questo importante appuntamento si è celebrato anche a Porto Empedocle dove la Capitaneria di porto ha aperto le porte agli studenti dell’Istituto tecnico nautico “Gallo” ed al gruppo A.N.M.I. di Porto Empedocle. Il comandante della Capitaneria di porto, capitano di fregata Fabio Serafino, ha accolto gli studenti nel piazzale della Capitaneria, illustrando loro il significato della Giornata del mare e descrivendo l’impegno della Guardia costiera sui temi ambientali, oltre a tutti gli altri compiti istituzionali che giornalmente la Capitaneria di Porto assolve.

giornata del mare a porto empedocle2-2

Gli studenti si sono dimostrati molto attenti ed interessati alle tematiche legate al mare. Il primo contatto diretto, dopo l’accoglienza, è stato con il cuore pulsante della Guardia costiera, ovvero la Sala operativa, per vedere di persona come funziona. Qui il comandante in II, capitano di fregata Davide Guzzi ha illustrato gli apparati radio e gli altri strumenti operativi spiegando il loro funzionamento e come avviene l’attività operativa. Quindi tutti in Sala riunioni dove il sottotenente di vascello Federica Vannucchi ha illustrato, con l’ausilio di un video, i temi della Giornata del mare ed i compiti della Guardia costiera.
Infine gli studenti si sono spostati nella terrazza della Capitaneria, prospicente il mare, da dove hanno assistito ad un intervento di soccorso ascoltando tutte le comunicazioni radio di prassi. È stata operata una simulazione di richiesta d’aiuto da parte di un gommone da diporto in difficoltà che ha lanciato l’S.O.S., denunciando un’avaria al motore ed una persona a bordo in pericolo di vita. Sul posto è intervenuta una Motovedetta della Guardia costiera che ha prestato il soccorso operando il trasbordo del malcapitato.  

Successivamente gli studenti si sono spostati sul molo di ponente del porto di Porto Empedocle, dove hanno assistito all’apertura di una zattera di Salvataggio ed all’illustrazione delle caratteristiche di una motovedetta della Guardia Costiera dedicata al servizio specifico di soccorso della vita umana in mare.
La giornata del mare si è conclusa fra l’entusiasmo dei giovani studenti manifestato con domande, interventi ed i ringraziamenti di rito. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Giornata del mare", la Capitaneria apre le porte agli studenti

AgrigentoNotizie è in caricamento