menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della festa di oggi

Un momento della festa di oggi

Oggi è la "Festa dell'albero", tante nuove piante messe a dimora

Tre le iniziative: una a Fontanelle, l'altra al Giardino botanico e una al "Brunelleschi" di Agrigento

Questa mattina in occasione della Festa nazionale dell'albero, l'amministrazione comunale con la collaborazione dell'azienda forestale, ispettorato agrario, ordine degli Agronomi, Legambiente e i giovani volontari dell'associazione "I ragazzi della Trinacria" hanno piantato a Fontanelle un alberello di carrubo. 

"L'area nei giorni scorsi aveva visto al lavoro gli operai dell' ufficio Ville e giardini del Comune - dicono dal Comune - che avevano già iniziato a piantumare ginestre e olivastri, specie arboree caratteristiche delle nostre zone che ben si sposano con l'ambiente circostante. L'Amministrazione comunale nel corso della breve cerimonia ha preso impegno affinchè la Festa dell'albero venga celebrata ogni anno e nel corso dell'anno continueranno ad essere piantumati altri alberi sul territorio comunale e in particolare sarà piantato almeno un albero per ogni nuovo nato nella città".

Altra iniziativa si è svolta al Giardino botanico di Agrigento, che ha accolto la festa dell'albero organizzata dall’istituto comprensivo “Quasimodo” di Agrigento, in collaborazione con il Libero consorzio. E' stata piantata una quercia da sughero in un’aiuola del Giardino ed è stata scoperta una targa in ceramica, realizzata da Domenico Boscia e donata dall’Accademia di Belle Arti di Agrigento, con su scritto: “Chi pianta un albero, pianta una speranza”.

Celebrata anche al "Brunelleschi" di Agrigento la "Giornata nazionale dell'albero". Organizzata di concerto con l'associazione per la Tutela del Pistacchio di Raffadali e l'ordine provinciale dei dottori Agronomi e Forestali di Agrigento, la manifestazione ha visto la partecipazione di 40 studenti. Il tema dell'incontro è stato l'albero e le sue radici, intese come elemento di rappresentazione storica e di identità culturale di un territorio, nel segno della tolleranza e dell'uguaglianza. Gli alunni dell'indirizzo Agrario guidati dai docenti Calogero Carlino a Carmelo Bruno con la presenza del presidente dell'Associazione per la tutela del Pistacchio di Raffadali, Calogero Frenda, hanno messo a dimora una piantina di Terebinto, adottando, simbolicamente un'aiuola dell'istituto di cui si prenderanno cura. Alla fine hanno degustato una torta preparata con pistacchio di Raffadali.

giornata dell'albero al brunelleschi-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento