Festa della Repubblica, riapre il Giardino della Kolymbethra: come si entra

Le visite saranno solo su prenotazione sul sito www.ibenidelfai.it e l'accesso avverrà con un contributo libero e volontario

Giardino della Kolymbethra

Torna visitabile il Giardino della Kolymbethra, nella Valle dei Templi. Il Fai celebra la festa della Repubblica riaprendo - e l'accesso avverrà con un contributo libero e volontario - l'incantevole area. Le  visite, però, saranno solo su prenotazione sul sito www.ibenidelfai.it.

Il Fai offre una “giornata speciale”: un'occasione per celebrare, dopo la lunga chiusura, anche la forza dell'Italia che inizia a guardare al domani. A partire dal 2 giugno, inoltre, medici, infermieri e personale sanitario che visiteranno i beni o parteciperanno agli eventi nazionali organizzati dalla fondazione potranno ricevere in omaggio la tessera di iscrizione annuale al Fai, presentando i documenti attestanti la propria professione. Un gesto di gratitudine - rendono noto dal Fai - nei confronti di chi ha operato in prima linea per la salvezza di tutti durante l'emergenza sanitaria, con lo stesso valore di chi in passato ha combattuto per la difesa del Paese.
"Ma non dimentichiamo il censimento 'I luoghi del cuore'", come ci ricorda il presidente del Fai Andrea Carandini: “Un suffragio universale spontaneo -  dice - per votare  i luoghi che rappresentano il volto della Patria che oggi prediligiamo e che intendiamo risanare e redimere". Lanciata il 6 maggio 2020, la X edizione de I Luoghi del Cuore ha già superato i 270 mila voti e a partire dal 2 giugno si potrà votare anche nei beni del Fai, oltre che online.

Ecco i "Luoghi del cuore" in corsa e la classifica 

Nella zona alta della classifica c'è la Scala dei Turchi di Realmonte al 14esimo posto con 1796 voti, seguita dalla Biblioteca Lucchesiana di Agrigento, al 58esimo posto con 603 voti.  Guadagnano posizioni il Teatro Andromeda di Santo Stefano Quisquina ( 402 voti) e Casa Sciascia di Racalmuto (241). 
Scala, inoltre, la classifica una new entry: si tratta dell’Officina delle Tradizioni Popolari di Agrigento che, a pochi giorni dal suo debutto, ottiene 102 voti e vola alta nella classifica nazionale. In risalita, infine, troviamo la Valle dei Templi (122 voti), l’area naturale di Maddalusa (111 voti), il Museo MeTe di Siculiana (105 voti),  la spiaggia di Cala Creta di Lampedusa (105 voti)  e tanti altri Luoghi del cuore che si possono cercare e votare sul sito www.iluoghidelcuore.it. “Un successo rilevante - commenta il presidente regionale Fai Sicilia e capo delegazione ad interim di Agrigento, Giuseppe Taibi, - . Votate, votate, votate! Ma, anche, sostenete i vostri siti anche attraverso la costituzioni di un comitato. Si possono votare i luoghi già caricati, ma è possibile caricarne di nuovi; basta mettere una descrizioni e alcune foto per contribuire, così, ad una mappatura più ampia del nostro Paese. La Sicilia è la seconda regione d’Italia per voti, mentre la provincia di  Agrigento sta dando una buona risposta". C’è tempo, fino al 15 dicembre, per votare i luoghi che ci emozionano e salvarli. Tra i luoghi agrigentini  candidati al censimento ricordiamo, ancora: il Giardino della Kolymbethra (nuovamente visitabile, su prenotazione, in occasione della festa della Repubblica), la spiaggia di Punta Bianca, Monte Guastanella, l’ex carcere – monastero di San Vito, Torre Salto d’Angiò, l’Eremo di Santa Rosalia e tanti altri ancora. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come votare

Per votare è necessario collegarsi al sito www.iluoghidelcuore.it e verificare se il proprio “Luogo del Cuore” è già presente sul portale.
Se è già presente, si può arricchire la scheda con foto e testo. Se non è presente, bisogna aggiungerlo. Dopo si può votare e farlo votare.
Si vota online con due modalità:
A) Registrazione al portale . Se si è già iscritti, si utilizzano le proprie credenziali. Ci si iscrive al momento del primo voto utilizzando la propria mail e confermandola tramite il link di verifica che arriva automaticamente alla propria casella di posta, come per la maggior parte dei portali di servizi web. I dati richiesti per la registrazione sono: nome, cognome, email e - novità 2020 - il CAP. 
B) login attraverso il proprio profilo Facebook 
E' possibile votare più luoghi, ma per ognuno si può esprimere solo un voto.
La raccolta voti da oggi è possibile anche  attraverso il canale cartaceo, con moduli di raccolta voti dedicati a ogni luogo del cuore, scaricabili dal sito www.iluoghidelcuore.it
La partecipazione al censimento è gratuita ed aperta a tutti. Possono partecipare: individui singoli, minorenni, italiani, stranieri, gruppi, enti privati e pubblici, associazioni e scuole.
Vengono stanziati 50.000 euro per il primo classificato nazionale, 40.000 euro per il secondo e 30.000 euro per il terzo, a fronte della presentazione di un progetto
È previsto lo stanziamento aggiuntivo di 5.000 euro per i luoghi che superano i 50.000 voti indipendentemente dalla posizione in classifica, sulla base di specifici progetti da presentare al FAI.
Il luogo che raccoglie più voti via web, a esclusione dei primi 3 classificati, sarà oggetto di un video promozionale realizzato da un operatore professionale incaricato dal FAI.
In ogni censimento viene lanciata una classifica dedicata a un tema speciale, con un premio per il luogo vincitore: quest’anno la speciale classifica riguarda i luoghi sopra i 600 metri e i luoghi della  salute. I luoghi con almeno 2.000 voti possono candidare un progetto al "Bando Luoghi del cuore" e richiedere al Fai il layout di una targa commemorativa del risultato ottenuto al censimento da apporre presso il bene.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

  • Schizza il bilancio dei positivi nell'Agrigentino, ancora casi a Canicattì e Licata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento