Gianbecchina lascia la città, Carlisi: "Prova di incapacità amministrativa"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Tra le dimenticanze degli uffici comunali anche il perfezionamento dell’acquisizione dei quadri di Gianbecchina, ospitati in una sala del Palazzo di Filippini, che, per questa mancanza, sono tornati ai legittimi proprietari privando la Città di un patrimonio artistico importante. E’ l’ulteriore dimostrazione da parte di questa amministrazione, di non saper governare il Comune e di non prendersi cura adeguata dei beni comuni ma solo della propria immagine.

I Gianbecchina lasciano l'ex collegio dei Filppini

Non è, infatti, la prima volta che questa amministrazione si dimostra più impegnata a promuovere suggestioni che a realizzare quanto di utile per la città. Dalla campagna elettorale del 2015 ad oggi è stato tutto un faremo, rinasceremo, cambieremo ma sempre da un domani che non si presenta mai e ci lascia in un oggi sempre più povero (ora culturalmente) e pieno di disagi.


 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento