Cronaca

Gestore del bar intimidito, messaggio di solidarietà dalla comunità Mater Misericordiae

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

La comunità cristiana dell'Immacolata di Agrigento con il suo Consiglio Pastorale dell'unità Pastorale Mater Misericordiae , esprime profonda solidarietà a Gianfranco Dallì Cardillo, gestore del bar Portapò, per le intimidazioni subite in seguito alla denuncia dello spacciatore di droga presso Porta di Ponte, apprezza e condivide la sua denuncia e invita tutti i residenti a far fronte comune contro lo spaccio di stupefacenti e a tenere i ragazzi e i giovani lontani dalle lusinghe di qualsiasi droga, motivandoli con una vita sana, con i valori del vangelo, della solidarietà e della denuncia del male. La comunità cristiana testimonia la sua fede sempre, nelle difficoltà, nelle prove e nelle gioie della vita.

Giovanna Cavaleri, responsabile delle famiglie  dell'Unità Pastorale Mater Misericordiae.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gestore del bar intimidito, messaggio di solidarietà dalla comunità Mater Misericordiae

AgrigentoNotizie è in caricamento