rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Favara

Gesto sacrilego sulla "Muntagnè": decapitata statua della Madonna, danneggiata quella del Cristo

A denunciarlo sui social è stato l'ex assessore provinciale Adriano Varisano, che ha anche diffuso alcune foto di quello che è il secondo danneggiamento in due anni

Una statua della Vergine decapitata, una del Cristo a cui sono state tranciate entrambe le mani. È questo il resoconto, macabro e inspiegabile, di una notte di ordinaria follia. Siamo a Favara, nell'area della "Muntagnè", sperone roccioso che si erge sul paese dell'Agnello pasquale, preda per anni dei tombaroli per le sue importanti testimonianze storiche e archeologiche e divenuto negli ultimi anni luogo di spiritualità.

Qui si tiene ogni anno una marcia per la pace e qui, appunto, si trovano alcune statue religiose che sono state oggetto adesso di una violenza inspiegabile. "C'è da chiedersi come l'uomo possa arrivare a certi gesti - è il commento di Adriano Varisano, ex assessore provinciale e uno dei promotori di 'Muntagnè della Pace'- Chiunque tu sia evidentemente hai dei problemi che vanno risolti, e vorrei esserti utile a tal fine. Dio perdona loro perchè non sanno quello che fanno".

Già lo scorso anno, sempre sul finire dell'estate, ignoti avevano già amputato le mani alla statua di Gesù, che poi furono riparate da un cittadino volontario. Che il fatto si sia ripetuto quasi uguale dopo un anno lascia aperti molti interrogativi.

39443073_1419895138142819_6270973932325568512_n-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gesto sacrilego sulla "Muntagnè": decapitata statua della Madonna, danneggiata quella del Cristo

AgrigentoNotizie è in caricamento