menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gestione diretta del servizio idrico, Konsumer chiede chiarezza all'Ati

L'associazione dei consumatori vuole conoscere gli atti temendo ripercussioni tariffarie sui cittadini

Concessione della gestione diretta del servizio idrico ai Comuni, si accende la polemica. 

Nella giornata di oggi l'associazione "Konsumer" annuncia di aver presentato all'Assemblea Territoriale Idrica di Agrigento, una richiesta di "accesso agli atti in merito al  procedimento di verifica e concessione requisiti dell'articolo 147 del decreto legislativo 152/2006" che appunto consente la prosecuzione delle gestioni dirette.

In particolare l'associazione chiede di "prendere visione degli atti del procedimento e di presentare memorie scritte e documenti, che l’amministrazione ha l’obbligo di valutare ove siano pertinenti all’oggetto del procedimento". Questo perché si teme che una eventuale concessione errata possa avere delle ripercussioni  di tipo tariffario che andrebbero a danno di tutti gli altri cittadini "sia - dicono - sotto il profilo dei costi diretti all’approvvigionamento idrico, ma principalmente sotto l’aspetto gestionale del servizio idrico stesso, dovuto anche alla delicata forma scelta dai sindaci, cioè la costituenda azienda speciale pubblica - consortile".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento