rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024

La gestione della Scala dei Turchi passa al Parco archeologico: per visitarla si pagherà un ticket

Ancora non è stato quantificato il prezzo dei biglietti d'ingresso, saranno però previsti anche dei collegamenti con le navette tra la scogliera di marna bianca e la villa Romana

La fruizione della Scala dei Turchi di Realmonte sarà curata dal Parco archeologico della Valle dei Templi di Agrigento. Per visitare in sicurezza la suggestiva scogliera di marna bianca, è in corso di definizione un accordo fra l'ente regionale e il Comune di Realmonte che prevede, fra le altre cose, il pagamento di un ticket d'ingresso che servirà non solo per la Scala dei Turchi ma anche per la villa Romana di contrada Durrueli che da giovedì prossimo riapre i cancelli al pubblico. 

L'annuncio della gestione della Scala dei Turchi al Parco archeologico è stato fatto nel corso della conferenza stampa di presentazione dei recenti restauri dei mosaici della villa imperiale. Entrambi i siti, villa Romana e Scala dei Turchi, saranno anche collegati con delle navette, per consentire ai visitatori di poter raggiungere agevolmente l'area archeologica e quella naturalistica. Ancora da definire il prezzo del ticket e la data dell'entrata in vigore degli accessi a pagamento ma, per come anticipato dal direttore del Parco Roberto Sciarratta, l'intesa dovrebbe essere operativa già a partire dalla imminente stagione estiva. Soddisfazioni per la scelta di affidare la gestione dei flussi della Scala dei Turchi al Parco archeologico sono state espresse dall'associazione ambientalista Mareamico che, tramite il presidente Claudio Lombardo, definisce quella odierna una giornata storica.

Scala dei Turchi, il sindaco sulla denuncia di Federica Pellegrini: "Plauso a chi ha rispettato le regole, adesso tolleranza zero"

L'intervento dell'assessore Scarpinato: "Presto un biglietto unico con la Scala dei Turchi"

"Questa riapertura è di importanza fondamentale per la provincia di Agrigento - dice l'assessore ai Beni culturali, Francesco Paolo Scarpinato - proprio perché arricchisce e avvalora il percorso che abbiamo posto in essere per dare lustro a un territorio che offre perle rare. Oggi abbiamo restituito questa meravigliosa villa di età imperiale agli agrigentini, rendendola fruibile ai visitatori, per dare un ulteriore impulso al turismo e ai beni culturali e cercare di migliorare sempre di più un'offerta che renda Agrigento pronta a essere Capitale della cultura. Con il governo Schifani stiamo lavorando alla costituzione di un protocollo d'intesa che possa rendere fruibili ai visitatori contestualmente sia la villa romana di Realmonte che la Scala dei turchi, utilizzando un biglietto integrato". 

Video popolari

La gestione della Scala dei Turchi passa al Parco archeologico: per visitarla si pagherà un ticket

AgrigentoNotizie è in caricamento