Cronaca

Sicurezza delle infrastrutture pubbliche: occhi puntati su 156 ponti

Il Genio Civile affiderà gli incarichi tecnici per ottenere un monitoraggio complessivo, poi si passerà alla messa in sicurezza

(foto ARCHIVIO)

Sicurezza delle infrastrutture stradali, entro ottobre via ad un monitoraggio dello stato di conservazione e di efficienza  strutturale di 156 tra ponti e viadotti lungo le strade provinciali. 

Ad occuparsene, affidando comunque a professionisti esterni le attività in questione, sarà il Genio civile di Agrigento. 

 “Su incarico del Dipartimento regionale tecnico - spiega il dirigente, l'architetto Rino La Mendola -,  ha prontamente redatto i documenti preliminari alla progettazione per l’affidamento dei 19 servizi professionali, di importo variabile da 22mila  a 31mila euro, in relazione al numero di ponti da ispezionare  ed al numero delle campate  in cui  gli stessi ponti si articolano. I servizi dunque  saranno presto  affidati a liberi professionisti, che avranno 45 giorni di tempo per consegnare allo stesso Ufficio del Genio Civile le schede con i dati raccolti  attraverso le ispezioni speditive eseguite sui 156 ponti, ricadenti sulla rete stradale della Provincia di Agrigento".

Acquisite le informazioni il Governo regionale potrà poi avviare la fase 2, cioè programmare gli interventi necessari per superarne le criticità.

Sempre in tema di infrastrutture, il Genio Civile di Agrigento ha recentemente redatto la documentazione preliminare all’affidamento (già in corso), da parte del Commissario per l’emergenza idrogeologica, della progettazione esecutiva dei lavori di consolidamento del Ponte Cansalamone, la cui riapertura sarà fondamentale per il traffico interno  della città di Sciacca. 

“Tali attività, da un lato, segnano un nuovo impegno del Governo regionale nei confronti della rete infrastrutturale siciliana e, dall’altro,  fanno registrare  una notevole apertura agli incarichi da conferire a liberi professionisti, capitalizzando così i bandi tipo adottati dalla Regione con decreto dello scorso 5 dicembre 2018, a firma dell’Assessore alle Infrastrutture, Falcone.  Decreto  che, offrendo  alle stazioni appaltanti operanti in Sicilia gli strumenti  indispensabili per bandire i concorsi di progettazione e per  affidare i servizi di architettura e ingegneria, ha di fatto rilanciato gli incarichi  professionali a liberi professionisti,  che nel 2019 sono in forte crescita rispetto all’anno precedente.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza delle infrastrutture pubbliche: occhi puntati su 156 ponti

AgrigentoNotizie è in caricamento