menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gemellaggio Aragona-La Louviere: week-end di eventi

Fine settimana ricco di avvenimenti per ricambiare l'accoglienza dei "gemelli" del Belgio

Aragona si prepara a vivere un lungo fine settimana all’insegna della cittadinanza europea attiva. La Città ospiterà “Incontri d’Europa”, manifestazione inserita nel quadro delle iniziative previste dal Gemellaggio di Città “Aragona - La Louviere”, progetto cofinanziato dalla Commissione Europea. Saranno tre giornate, dunque, da giovedì 8 a sabato 10, fitte di eventi, nelle quali troveranno spazio mostre, conferenze tematiche, performance creative, atelier, quadrangolari di pallavolo, il tutto per fare scoprire ai cittadini di Aragona il senso d’appartenenza all’Unione Europea e lo spirito del gemellaggio siglato lo scorso 18 settembre nella cittadina belga dal primo cittadino di Aragona Alfonso Tedesco e dal Sindaco di La Louviere Jacques Gobert.

La  manifestazione si svolgerà volutamente in concomitanza con i festeggiamenti in onore di San Vincenzo 2011 e la XXVI Sagra della Salsiccia,  per amplificare la portata dell’evento e avvicinare quanti, tra residenti e turisti, in particolare i giovani, desiderino partecipare attivamente all’ organizzazione e alla gestione dello stesso gemellaggio, come uno degli  strumenti di appartenenza all'Unione Europea.  Incontri d’Europa  intende, inoltre, stimolare e favorire il dibattito sul futuro della Città e sull'occupabilità offerta dal mercato allargato, rinsaldare la memoria, agevolare nuovi flussi d’ informazioni, promuovere il multiculturalismo e la diversità linguistica come ricchezza. Tutto partirà Giovedì 8 settembre, alle 19, presso i Cantieri Culturali, in Piazza Umberto I, con la Cerimonia di benvenuto della delegazione della Città di La Louviere. Una delegazione nutrita, composta da oltre 100 soggetti, di cui 20 tra politici, storici, rappresentanti USEF e funzionare, 15 atleti, 12 componenti del gruppo folk i “Gilles”, 10 musicisti, 7 operatori economici e decine e decine di aragonesi residenti in Belgio.  Nelle giornate di venerdì 9 e sabato 10, presso il Salone delle Feste del Palazzo Principe, la manifestazione ospiterà due incontri seminariali che dibatteranno temi sull’Europa, sul protagonismo giovanile, sul futuro della Città e la crescita della società civile. Il Teatro Harmonie, in  Piazza Madrice,  accoglierà l’Atelier “Da un’isola di mare ad un’isola di terra”, mostra fotografica che attraverso 40 Pannelli espositivi racconta la storia dell’emigrazione aragonese in Belgio, e “I padri dell’Unione Europea” e i Simboli dell’ Unione Europea, la mostra dedicata alla presentazione dei Padri fondatori dell’Unione Europea e ai simboli che ne identificano l’appartenenza.

In Piazza Umberto I sarà, inoltre, possibile visitare lo spazio espositivo dedicato alla presentazione degli operatori commerciali belgi e dei loro prodotti tipici. Incontri d’Europa offrirà, ancora, “Le mostre fotografiche e pittoriche”, uno spazio dedicato alla presentazione di mostre fotografiche e di performance pittoriche di artisti dilettanti e  professionisti. Presso la Palestra Comunale Stefano Di Giacomo, sabato 10, alle ore 16:00, avrà luogo il quadrangolare di pallavolo femminile, Aragona, La Louviere, San Giovanni Gemini, Campobello di Licata. La serata continuerà con la partecipazione alla XXVI “Sagra della Salsiccia” della delegazione belga, che accompagnerà la sfilata folklorica de “I Gilles” a  cura della compagnia artistica del Comune di La Louviere, lungo Corso Roma e Corso Garibaldi. A fine sfilata, presso i  Cantieri Culturali, avrà luogo la Cerimonia di chiusura della manifestazione, con la  lettura del giuramento del gemellaggio delle due città.


Alfonso Tedesco, Sindaco di Aragona spiega: “È nostra precisa intenzione ricambiare, nel corso di questa manifestazione, tutto il calore, l’ospitalità, la disponibilità ricevuti durante la visita di scambio realizzata lo scorso anno a La Louviere. In quell’occasione, i nostri ospiti non hanno risparmiato risorse fisiche, emotive ed economiche per offrirci il meglio, noi faremo altrettanto. Tutto per confermare il nostro impegno volto a rinsaldare ed alimentare ogni forma di scambio sia economico sia culturale, ritemprando rapporti familiari e amicali con i nostri compaesani residenti nella cittadina belga e non perdendo mai di vista gli obiettivi  generali del nostro progetto che mirano a contribuire alla costruzione di una vera Europa unita politicamente, economicamente, socialmente”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento