Referendum per la fusione di Cammarata e San Giovanni Gemini: nasce il comitato per il "no"

E' stato costituito alcuni giorni fa e sono già fiorite diverse pagine social dove si ribadisce che la creazione del "supercomune" non dovrà avvenire

Una delle immagini del comitato "no alla fusione"

Al voto per decidere la fusione si andrà il prossimo 28 aprile, ma a San Giovanni Gemini e Cammarata il clima è quello delle grandi competizioni. Se si era infatti finora reso "visibile" il comitato promotore del refedendum, che sostiene le tesi del "sì" alla creazione del "super Comune" di "Cammarata Gemini", adesso sorge anche un fronte del "no" che sostiene invece la necessità di mantenere separati i due centri montani per preservarne la storia.

Fusione tra i due comuni: via ad incontri per convincere anche gli indecisi

Un comitato che si è già costituito "fisicamente" e che ha creato anche diverse pagine social dedicate allo scopo, accusando, semmai, il comitato del "sì" di voler "cancellare secoli di storia... per trenta denari". 

"Via al referendum", dopo un decennio c'è l'ok per tentare la creazione del comune di "Cammarata Gemini"

Posizioni ovviamente respinte con fermezza dai sostenitori del referendum, che invece invitano a puntare l'attenzione sul vantaggio concreto che le comunità locali avranno dalla creazione di un centro di maggiori dimensioni e con maggiori abitanti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Trova portafogli e lo porta in Questura, 70enne non sapeva d'averlo perso: rintracciato

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento