"Sorpreso con un complice a razziare villa a San Leone", 28enne al riesame

La difesa di Fabrizio Rizzo si rivolge ai giudici del tribunale della libertà per rivedere il provvedimento del gip

Fabrizio Rizzo

"La revoca delle prescrizioni non può scalfire le esigenze cautelari". La difesa di Fabrizio Rizzo, 28 anni, arrestato il 30 aprile del 2018 insieme al cinquantatreenne campano Roberto Iovine, con l'accusa di avere messo a segno un tentato furto in una villa di San Leone, chiede di potere uscire da casa anche negli orari serali.

Nei giorni scorsi il difensore, l'avvocato Calogero Lo Giudice, aveva chiesto al gip Alessandra Vella, che nelle scorse settimane aveva alleggerito la misura cautelare applicandogli l'obbligo di dimora, di eliminare le prescrizioni di rientro in casa dalle 20 alle 7. Dopo il no del giudice, la richiesta sarà sottoposta al vaglio del tribunale del riesame di Palermo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'udienza è in programma il 23 gennaio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • Tornano a casa e la trovano occupata: scoppia il caos a Villaseta

  • "Calci, pugni e coltellate a due immigrati": uno ridotto in fin di vita, arrestati 4 ragazzini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento