"Svaligiarono auto di venditore ambulante", la vittima cita la coop che gestisce il parcheggio

Uno dei due imputati chiede il giudizio abbreviato, l'altro deve ancora formalizzare la strategia processuale

L'ingresso del parcheggio pluripiano

Il commerciante ambulante di origini senegalesi, svaligiato della merce che avrebbe venduto nelle bancarelle, cita in giudizio anche la coop che gestisce il parcheggio pluripiano per conto del Comune di Agrigento. Il negoziante, con regolare licenza e cittadino italiano da diversi anni, si è costituito parte civile, con l'assistenza dell'avvocato Leonardo Marino, nei confronti dei due imputati ripresi dalle telecamere del posteggio di via Empedocle dove furono rubati e ritrovati, settimane dopo, quasi per caso, nell'ambito di un’altra indagine, centinaia di paia di scarpe e altri oggetti.

Si tratta di Gianluca Infantino, 32 anni e Samuel Pio Donzì, 20 anni. Questa mattina, davanti al giudice monocratico Andrea Terranova è iniziato il processo in seguito alla citazione diretta disposta dal pubblico ministero Gloria Andreoli. Il difensore di Infantino, l'avvocato Calogero Lo Giudice, ha chiesto il giudizio abbreviato. Non ci sarà, quindi, nessun dibattimento ma si deciderà "allo stato degli atti", sulla base delle prove raccolte nella fase delle indagini preliminari. L'avvocato Fabio Inglima Modica, difensore dell'altro imputato, non ha ancora formalizzato alcuna strategia processuale e lo farà all'udienza del 10 febbraio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il furto, all’interno del parcheggio “Atenea Parking”, è stato commesso il 5 ottobre del 2018. A farne le spese un ambulante di 47 anni, nato in Senegal ma residente in città e in regola con permesso di soggiorno e autorizzazioni commerciali. L’uomo aveva lasciato, all'interno della propria Ford Escort, centinaia di capi di abbigliamento destinati alla vendita. In particolare: 225 paia di scarpe per donna, uomo e bambino; 40 paia di jeans per uomo e donna; dieci giubbotti di vario tipo e trenta magliette. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento