Cronaca

Ladri acrobati portano via lapide dalla torre del Salto d'Angiò: la denuncia corre sui social

Dalla struttura sarebbe scomparso il suo simbolo più rappresentativo, lo stemma dei Pugiades

"Ennesimo furto di opere appartenenti al patrimonio storico, artistico, culturale ed antropologico di Aragona. Ad essere presa di mira è la Torre Medievale del 'Salto d'Angiò"'. A denunciarlo sui social è stato Calogero Cacciatore,  imprenditore e componente del comitato "Magna Via Francigena Aragona". 

Dalla struttura, di proprietà privata, presente nelle campagne di Aragona, sarebbe scomparso il suo simbolo più rappresentativo, cioè lo stemma dei Pugiades, famiglia nobile spagnola che costruì il maniero. Per portare via la lapide è stato realizzato un vero e proprio ponteggio di fortuna, con pali e tavole. 

"Il fatto di assistere impotenti all'ennesimo scempio nel patrimonio artistico Aragonese provoca tanta amarezza e fa riflettere. Fa rabbia che un gioiello artistico come la Torre stia cadendo a pezzi nell'indifferenza totale - continua Cacciatore -. Chiediamo ai legittimi proprietari e tutte le istituzioni di competenza di mettere in atto soluzioni volte al restauro, conservazione e tutela di questo castello che si erge maestoso a memoria di tempi gloriosi di una Sicilia che ormai non c'è più".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri acrobati portano via lapide dalla torre del Salto d'Angiò: la denuncia corre sui social

AgrigentoNotizie è in caricamento